Fiorella Mannoia in Sicilia: il 19 a Palermo il terzo appuntamento

di Michele Creazzola

 

Dopo i concerti di Ragusa e al Teatro Antico di Taormina il 19, l’ultimo concerto Fiorella Mannoia lo riserva per il Teatro di Verdura a Palermo.

Fiorella Mannoia, foto di Francesco Scipioni

Ultime ore dunque per correre all’acquisto degli ultimi biglietti disponibili per assicurarsi i posti migliori nelle prime file. La cantautrice  si esibirà  con i successi rappresentativi della sua carriera e con i nuovi brani composti per l’ultimo lavoro discografico. Un concerto di sicuro interesse che soddisferà di sicuro le aspettative dei fans e di quanti si avvicineranno alla cantante divenuta famosa per “Quello che le donne non dicono”, “Come si cambia”, “Le notti di Maggio”, la recente “Che sia benedetta” e tanti altri successi ancora.

Ad accompagnare Fiorella sul palco durante il tour ci sono i musicisti Diego Corradin (batteria), Claudio Storniolo (pianoforte e tastiere), Luca Visigalli (basso), Carlo Di Francesco (percussioni e alla direzione musicale), Max Rosati (chitarre) e Alessandro “Doc” De Crescenzo (chitarre).

Disponibile in versione CD, in vinile e in digitale “PERSONALE”, il nuovo album di Fiorella Mannoia, è composto da 13 brani, 13 storie che raccontano consapevolezze e prese di coscienza, riflessioni su se stessi, sull’umanità, sulla vita e sui sentimenti, in tutte le loro sfaccettature, e molto altro ancora. Attualmente è in radio il nuovo singolo “IL SENSO”.

L’album è anche – come dichiara l’artista – una «piccola e umile “personale”», da cui il titolo. A rafforzare il racconto delle canzoni, infatti, trovano spazio fotografie realizzate da Fiorella in varie parti del mondo. Una passione, quella della fotografia, che l’artista ha recentemente approfondito e condiviso sui social network.

«Essere appassionati di qualcosa è la più grande fortuna che si possa avere. Non c’è età per scoprire nuove passioni – racconta Fiorella – io ho scoperto da poco quella della fotografia. Oggi esce il nuovo album che è anche la mia piccola e umile personale. Ho voluto abbinare a ogni brano uno scatto realizzato nel corso di viaggi, di incontri, di momenti imprevedibili. Perché le fotografie raccontano prima di tutto delle storie, esattamente come le canzoni

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.