“Bisogna ascoltarsi a vicenda” (e scannarsi) dice il segretario Dem Zingaretti

di Luigi Asero

 

La crisi di Governo, che per tanti sarebbe in dirittura d’arrivo con un governo M5S-PD potrebbe riservare altre sorprese e che dall’incontro di domani con il Capo dello Stato Sergio Mattarella esca fuori il nuovo premier incaricato (o re-incaricato) ci sembra quantomeno improbabile.
Il Movimento 5 Stelle si sente forte del 32.5% ricevuto alle scorse politiche (ma fuori dalla realtà odierna), il Pd ringalluzzito dall’essere improvviso ago della bilancia voto si/voto no. Ma non mancano le polemiche, che entrambe le parti provano maldestramente a nascondere, all’interno dei propri schieramenti. Con un Movimento 5 Stelle che esige il Conte-bis osteggiato da Zingaretti (ma non da Renzi e dai renziani che improvvisamente pensano abbia lavorato bene) e un Pd che preferirebbe una soluzione differente, per esempio il presidente della Camera Roberto Fico. Il quale dopo un tweet di pochi giorni fa in cui si diceva disponibile, si sarebbe poi sfilato (ufficialmente), ma le sue trattative in corso sarebbero dimostrabili dal suo telefono bollente.

Il popolo Dem invita i suoi ad accordarsi pur di estromettere Salvini mentre Zingaretti chiede discontinuità (No a Conte) per mantenere continuità (sic!).

Alla finestra, ma non troppo, l’attuale ministro degli Interni Matteo Salvini, mai come adesso presso il suo ufficio al Viminale, che lascia “le porte aperte” continuando a sostenere che la sua sfiducia è verso Conte (e pare ben reciproca) e non verso Di Maio con il quale avrebbe “sempre lavorato bene“. Sottobanco molti leghisti starebbero trattando con quei grillini che non amano più di un dolor di pancia il loro Fico e tutto, in 48 ore, può sempre accadere.

Anche che la crisi di Governo consenta quella “resa dei conti” all’interno dei vari partiti e movimenti, da troppo tempo e da tutti rinviata semplicemente per far guerra al leghista Salvini. Da parte, ma in agguato.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.