Nel nuorese bruciata auto di un sindaco e fatta esplodere sede locale del Partito Democratico

Intorno alle due della scorsa notte un grave attentato dinamitardo ha distrutto la sede locale del Partito Democratico a Dorgali, l’esplosione ha provocato gravi danni all’intero edificio, nessun ferito ma un’auto parcheggiata di fronte è rimasta danneggiata. Sempre nella notte è stata data alle fiamme l’auto del sindaco di Cardedu, Matteo Piras, esponente locale del Pd e sindaco con una lista civica. Malgrado il pronto intervento dei Vigili del Fuoco l’auto, un’Audi A4, è andata completamente distrutta. Matteo Piras 40 anni, ingegnere, una compagna e un figlio è stato eletto 3 anni fa con una lista civica, unico candidato del paese.

Sui gravi episodi il segretario Dem Nicola Zingaretti ha commentato: “Se fosse confermato l’atto doloso ci troveremmo ancora di fronte ad un gravissimo attacco ad un circolo del Pd, a Dorgali. Massima vicinanza ai nostri iscritti. Chiediamo di fare piena luce su questa ennesima intimidazione. Sicurezza vuol dire prevenire la violenza, non avvelenare i pozzi come avviene ormai di frequente. Al Sindaco di Cardedu va la nostra solidarietà per il gravissimo gesto intimidatorio“.
Solidarietà anche dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che ha scritto: “[…] Solidarietà mia e di Fratelli d’Italia per questi gravissimi atti intimidatori e mi auguro che gli inquirenti possano far chiarezza sull’accaduto e individuare e punire tempestivamente i responsabili. Di fronte a questi atti criminali tutta la politica deve essere unita.”

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.