Sgominato gruppo di Misterbianco legato al clan Mazzei

Retata nel catanese in mattinata. La Polizia di Stato ha eseguito 12 ordini di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti soggetti (alcuni dei quali già reclusi per altri reati) e tutti facenti capo al clan Mazzei operante nella zona di Misterbianco nel campo dello spaccio di droga e del racket delle estorsioni.

Un clan che secondo le intercettazioni sarebbe in difficoltà economiche tanto che per garantire il pagamento di una partita di droga a dei criminali albanesi avrebbe lasciato loro due dei suoi uomini in “garanzia”, liberati poi al saldo del debito. Da qui il nome dell’operazione “Hostage”.

L’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania ha portato all’emissione di nove ordini di custodia cautelare in carcere, uno ai domiciliari e due notificati a soggetti già per altri reati detenuti.

Il clan operava prevalentemente nel territorio misterbianchese tra Lineri e San Giovanni Galermo sia spacciando appunto droga, prevalentemente marijuana, sia terrorizzando commercianti per il pagamento del “pizzo”, sei i casi venuti alla luce, quattro dei quali non avevano mai denunciato e soltanto dopo esser stati contattati dalla Squadra Mobile hanno collaborato, anche perché messi di fronte alle evidenze investigative.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.