Vigevano: finanziere uccide la moglie e si suicida

È un copione fotocopia ormai, questa volta il grave fatto di cronaca è accaduto mercoledì sera (1 maggio) intorno alle 23 a Vigevano, quando un appuntato scelto della Guardia di Finanza in servizio alla Compagnia GdF di Corsico, al termine dell’ennesima lite ha ucciso la propria moglie, Erika Cavalli di 37 anni.

L’uomo, Luca Adamo di 54 anni, non accettava la recente separazione richiesta dalla moglie che da poche settimane aveva trovato una nuova casa per sé e la propria bambina di 12 anni poco distante dalla cittadina. Mercoledì sera dopo l’ennesima lite l’uomo avrebbe impugnato un coltello dalla cucina e ucciso la ormai ex compagna sotto gli occhi della figlia appena 12 enne accorsa al sentire le urla. Subito dopo ha estratto una pistola (forse d’ordinanza o forse secondaria) e si è suicidato.

L’allarme è stato dato dai vicini di casa accorsi alle urla disperate della ragazzina accanto al corpo della madre. Indaga la Polizia di Stato. Il fatto ricorda tragicamente quanto accaduto a Ragusa appena due giorni prima, quando l’agente di Polizia Simone Cosentino ha ucciso la moglie, Alice Bredice.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.