La nave Ong Sea Watch III a 15 miglia da Lampedusa

La Sea Watch III, nave ormai nota si trova in acque internazionali a 15 miglia da Lampedusa. A bordo 22 membri d’equipaggio (compresi 4 medici) e 65 migranti soccorsi lo scorso 15 maggio a 30 miglia dalle coste libiche (stando alle dichiarazioni del comandante). Lo stesso comandante avrebbe dichiarato d’aver ricevuto minacce da una motovedetta libica che li avrebbe costretti a fuggire via.

La nave della Ong tedesca batte bandiera olandese ma finora né Germania, né Olanda, né Malta (che avrebbe fornito però supporto e indicazioni operative), avrebbero autorizzato l’approdo e l’Italia risponde con il ministro Matteo Salvini che tramite Twitter ha comunicato: “Erano prima in acque libiche e poi in acque maltesi, ma mettendo a rischio la vita degli immigrati a bordo vogliono a tutti i costi arrivare in Italia. Questi non sono soccorritori ma scafisti e come tali verranno trattati. Per i trafficanti di esseri umani i porti italiani sono e rimangono chiusi”.

L’ennesima diatriba è servita.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.