Il “Sicilia Queer Film Fest” scalda i motori

Presentata oggi ai Cantieri Culturali della Zisa la nona edizione. In programma un lungo viaggio di sessanta film per sette giorni di programmazione

di Anna Studiale

 

Presentata oggi ai Cantieri Culturali della Zisa la nona edizione del “Sicilia Queer Film Fest”, in programma dal 30 maggio al 5 giugno, alla presenza del suo direttore artistico Andrea Inzerillo, dell’Assessore alle Culture del Comune Adam Darawsha e di Alessandro Rais direttore del “Sicilia Film Commission”.

Un’edizione, quella di quest’anno, che presenta quasi 60 film per sette giorni di programmazione, con moltissime anteprime nazionali e assolute e oltre 20 ospiti internazionali che interverranno per incontrare il pubblico del festival. Più nello specifico saranno 8 i lungometraggi che concorreranno nella sezione Nuove Visioni e 13 cortometraggi in competizione nella sezione Queer Short. Fuori concorso saranno le opere della sezione Panorama Queer mentre per ciò che riguarda la sezione Presenze quest’anno sarà dedicata all’artista e cineasta Marie Losier.

Come per le precedenti edizioni anche quest’anno saranno presenti le due sezioni dedicate alla storia del cinema, Retrovie italiane, dedicata al tema dalla luna nella speciale ricorrenza dei 50 anni dallo sbarco dell’uomo sul nostro satellite naturale, curato da Umberto Cantone, e Carte postale à Serge Daney.

Per la sezione Eterotopie, ovvero allo sguardo sulle esperienze cinematografiche provenienti da luoghi lontano o non conosciuti, quest’anno avrà il suo sguardo puntato sulla Siria, terra di guerre e conflitti, in cui l’arte ed il cinema rappresentano ancora oggi delle terre di conquista e sperimentazioni. Organizzata in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Sicilia, Eterotopie vedrà la partecipazione di tre rappresentanti di quella che si può definire una nouvelle vague siriana. Il regista Avo Kaprealian terrà una masterclass al Centro Sperimentale di Cinematografia, a cui farà seguito la proiezione del suo ultimo film Life=Cinematic Imperfections, presentato all’ultima edizione del Torino Film Festival. Costanza Quatriglio, Paola Caridi e Marta Bellingreri dialogheranno con Donatella Della Ratta a partire dal suo nuovo libro, Shooting a Revolution. Visual Media and Warfare in Syria, mentre sulla terrazza dell’Institut Français è previsto un incontro con l’artista e regista siriano (da anni residente a Berlino) Ammar al-Beik, che presenterà la sua trilogia siriana. La sezione si concluderà con la proiezione in anteprima nazionale del film Chaos (recentemente premiato come miglior film austriaco dell’anno) realizzato da Sara Fattahi, membro della giuria internazionale del Sicilia Queer 2019, che incontrerà il pubblico dopo la proiezione.

Quello che il “Sicilia Queer Film Fest” porta avanti nel corso dei suoi nove anni di attività è un lavoro di squadra fatto da persone che amano del cinema le opere meno commercializzate e lontane dalle grandi case di produzione ed in cui, accanto alla libertà di scoperta di nuovi linguaggi ed orizzonti artistici ed espressivi si dia voce a coloro che, ancora oggi, non riescono facilmente a trovare canali espressivi e comunicativi. L’etichetta, pertanto, LGBT che, tuttavia, uno dei tratti caratteristici di questo festival oggi viene arricchita alla volontà di dare spazio a tutto ciò che rappresenta la diversità. Valori, questi, che si sono respirati già in seno alla presentazione odierna  e, come si legge dalla presentazione che ne hanno voluto dare gli organizzatori, “Sicilia Queer è in prima linea e si propone come una delle realtà che fanno da baluardo in un Paese che rischia di andare alla deriva; gli ultimi eventi che hanno visto ancora una volta Palermo inconsapevole protagonista dimostrano che l’esistenza di realtà che difendano un pensiero divergente, uno sguardo alternativo e non consensuale sono assolutamente indispensabili per mantenere dritta la barra sulla difesa di alcuni valori che hanno fondato l’Italia repubblicana, e che vanno non soltanto ricordati, ma esercitati attivamente. Un festival di cinema diventa allora un organismo che lavora come un’istituzione per ribadire con forza una non disponibilità all’involuzione, un’opposizione alla narrazione di un Paese che non rispecchia la società in cui viviamo”.

Sono molti gli autori che saranno presenti al “Sicilia Queer Film Fest”, e, accanto alle nuove firme vi saranno degli illustri ritorni: Carlos Conceiçao, Luca Ferri, Gabriel Abrantes, Gustavo Vinagre, Luis Miñarro.

Di particolare impatto il trailer, opera di Yann Gonzales e di Alain José García Vergara, sul cui contenuto citiamo le parole degli stessi organizzatori: “lavora sul found footage e guarda all’immaginario degli anni Novanta, in un crescendo evocativo che racconta il desiderio attraverso i corpi delle attrici di un cinema porno che precede la nascita del world wide web. Un trailer proibito, che rappresenta l’idea di queer di questi due nuovi autori del cinema contemporaneo”.

Per ciò che concerne, invece, la giuria in questa nona edizione sarà totalmente composta da donne note per il loro attivismo verso le tematiche legate all’universo femminile declinato nel mondo del cinema, della musica e dell’attivismo LGBT: Eva Sangiorgi (direttrice artistica della Viennale), Mykki Blanco (musicista e performer, Premio Nino Gennaro 2019), Aël Dallier Vega (montatrice), Sara Fattahi (regista), Mònica Rovira (regista e attrice).

“Siamo contenti di essere riusciti a costruire un bando di respiro triennale per i festival, il luogo privilegiato per far affiorare le proposte per un cinema d’autore”, ha affermato Alessandro Rais ed alle sue parole si sono affiancate quelle dell’Assessore alle Cultura, Adam Darawsha  “Palermo è una città che nel profondo della sua anima ha una sua parte queer e questo festival è un posto in cui veramente si riesce a cogliere il nuovo che vi è nel cinema; a tal proposito i Cantieri Culturali della Zisa sono il suo luogo d’elezione, adesso sono molto più accoglienti rispetto al passato”, ma aggiunge ancora l’Assessore rivolgendosi agli organizzatori, “il vostro è un festival per la città e non solo di nicchia”

“Io penso che il lavoro che fa il Sicilia Queer sia un lavoro istituzionale nel senso più alto della parola; quando noi costruiamo questo festival lo facciamo come un’istituzione che provi ad essere un luogo di ragionamento e di difesa di baluardi che non si devono smarrire”, afferma il suo direttore Andrea Inzerillo aggiungendo, inoltre, “questo Festival è ai Cantieri Culturali della Zisa da sei anni semplicemente per dire anche quanto scandaloso sia l’utilizzo del cinema De Seta; è grottesco, infatti, che ancora oggi sia utilizzato da pochissimi festival e che molto spesso non si possa utilizzarlo a favore del cinema perché impegnato in altro genere di eventi che col cinema non hanno a che fare. Sono questi dei punti da cui partire ma il primo principio da tenere presente è la naturale vocazione del De Seta, la promozione e diffusione della cultura cinematografica”

Si parte, pertanto, giovedì 30 maggio alle 20.30 al De Seta con un appuntamento interamente dedicato alla danza, un evento unico che vedrà la presentazione in anteprima mondiale di CliMax, un progetto interattivo, realizzato dai performer artist francesi Antoine Schmitt e Hortense Gauthier, che mescola immagini, suono e corpo e mette in scena l’amore tra una performer in carne ed ossa e una creatura digitale fatta di luci e musica elettronica.

A seguire la proiezione del film Climax opera di uno degli autori più visionari, celebrati e controversi del cinema contemporaneo, il franco-argentino Gaspar Noé.  Presentato alla Quinzaine des réalisateurs del Festival di Cannes 2018, uscirà nelle sale italiane il 13 giugno: è un film dionisiaco, lisergico, psicotropo, al limite tra follia, sogno e delirio che vede protagonisti un gruppo di danzatori professionisti, e una strepitosa colonna sonora anni ’90, con brani dei Daft Punk, Rolling Stones, Giorgio Moroder, Aphex Twin. Il festival si chiuderà, sempre al Cinema De Seta, mercoledì 5 giugno con la proclamazione dei vincitori e con la proiezione di Plaire, aimer et courir vite (2018), film tra i più celebrati della scorsa stagione che porta la firma di Christophe Honoré.


VIDEO CONFERENZA (A SEGUIRE IL PROGRAMMA INTEGRALE)


SICILIA QUEER 2019 | PALERMO, 30 MAGGIO – 5 GIUGNO 2019

 

GIOVEDÌ 30 MAGGIO 2019

 

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

OPENING NIGHT – CLIMAXXX

(20.30) PERFORMANCE: CliMAX

Hortense Gauthier, Antoine Schmitt / 30’ – anteprima mondiale

Una donna si immerge dentro la sua divina forza femminile per fare l’amore con una creatura artificiale programmata per provare piacere. In un’esperienza di reciproco possesso, dove i flussi erotici del corpo, i respiri tellurici e l’energia generativa della macchina si mescolano. Può un corpo far provare un orgasmo ad una creatura di pixel? Climax genera una trance che connette le profonde energie organiche del corpo e le dinamicità del programma alle forze cosmologiche del desiderio.

a seguire

PANORAMA QUEER

CLIMAX

Gaspar Noé / Francia 2018 / 95’ / v.o. sott. it.

A metà degli anni ‘90 un gruppo di ballerini si riunisce in uno sperduto college abbandonato per preparare le coreografie in vista di un imminente spettacolo. Finite le prove però, quella che era iniziata come una tranquilla festa a base di sangria si tramuterà in un incubo allucinatorio da cui è impossibile fuggire. L’ultima, sconvolgente opera di Gaspar Noé. Un viaggio sensoriale dentro la mente del regista franco-argentino, un’esperienza psicotropa ed epilettica che mette a dura prova la sfera emozionale di ogni spettatore. Lasciate ogni speranza, o voi che entrate!

 

VENERDÌ 31 MAGGIO 2019

 

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(16.30)  NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

PIERINO

Luca Ferri / Italia 2018 / 70’ / v.o. sott. eng.

Piero Aceti è un pensionato di Bergamo. Fa una vita ordinaria, metodica, attenta a ogni dettaglio. Nel corso di una serie di incontri settimanali con il regista durati un intero anno, si forma così un ritratto malinconico e divertente in cui il cinema, oggetto della passione di Pierino, diventa simulacro, panacea, soffio di vita.

 

(18.30)  PANORAMA QUEER

BERLIN BASED

Vincent Dieutre / Francia-Germania 2019 / 90’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

sarà presente il regista      

Negli anni 2000 Berlino è diventata il polo d’attrazione della cultura europea. Da Mitte a Kreuzberg, guidati da una narratrice lucida e tenera, siamo invitati a calarci nel mondo fragile dei Berlin Based, artisti di ogni sorta che hanno scelto di trasferirsi lì, nei quartieri di una città satura di storia in cui tutto sembrava ancora possibile. Il ritratto di una città ancora oggi appassionante e una meditazione sulla condizione del lavoro culturale oggi.

 

(20.30)  NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

LOVE ME NOT

Lluís Miñarro / Messico-Spagna 2019 / 83’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

sarà presente il regista

Medio Oriente, 2006: in un campo di prigionia un intero reggimento viene assegnato alla guardia di un solo uomo, chiamato il Profeta perché passa le giornate preannunciando l’avvento di una nuova era. Invaghitasi di questa figura misteriosa, la giovane Salomé imboccherà una strada che cambierà il destino di tutti.

 

(22.30)  CARTE POSTALE À SERGE DANEY

TAXI ZUM KLO

Frank Ripploh / Germania Ovest 1980 / 98’ / v.o. sott. it.

Nella Berlino Ovest di fine anni settanta Frank e Berndt vivono una relazione asimmetrica: mentre l’esuberante Frank cerca avventure ovunque, Berndt desidera una vita tranquilla di campagna. L’inquietudine della coppia finirà per esplodere in un ballo in maschera, tra boa piumati e vestiti orientali. Un grande classico del cinema gay in versione restaurata.

Goethe-Institut – Sala Wenders / Cantieri Culturali alla Zisa / Via Paolo Gili, 4

(18.30)  PRESENZE

BIRD, BATH & BEYOND

Marie Losier / USA 2003 / 13’ / v.o. sott. it.

Un ritratto intimo e spensierato di Mike Kuchar, figura rilevante del cinema underground americano, attraverso evocazioni oniriche e trasformazioni.

ELECTROCUTE YOUR STARS!

Marie Losier / USA 2004 / 9’ / v.o. sott. it.

Tra libere associazioni e proiezioni corporee, vengono esplorate le ossessioni di

George Kuchar, figura cult dell’underground newyorkese e amico della regista.

THE ONTOLOGICAL COWBOY

Marie Losier / USA 2005 / 15’ / v.o. sott. it.

Un’affascinante immersione nel pensiero di Richard Foreman, per il quale il teatro è un modo di esplorare la natura desiderante dell’essere umano.

TONY CONRAD, DREAMINIMALIST

Marie Losier / USA 2008 / 26’ / v.o. sott. it.

Un ritratto dolce e divertente del compositore minimalista Tony Conrad, un’ode all’amicizia e a piccoli momenti di fantasia che sono il sale della vita.

BYUN, OBJET TROUVÉ

Marie Losier / USA 2011 / 8’ / v.o. sott. it.

L’artista coreano di fama internazionale Chong Gon Byun ricicla oggetti usandoli per mettere in discussione la società post-industriale che li produce.

ALAN VEGA: JUST A MILLION DREAMS

Marie Losier / Francia-USA 2013 / 16’ / v.o. sott. it.

Trasportati nell’intimità familiare dell’artista e cantante Alan Vega, tra musica e giochi senza fine, una testimonianza di come la vita stessa sia rivoluzionaria.

BIM BAM BUM, LAS LUCHAS MORENAS!

Marie Losier / USA-Danimarca-Messico 2014 / 13’ / v.o. sott. it.

Rossy, Esther e Cynthia sono lottatrici di lucha libre professioniste. La loro passione è talmente grande da trasportare la lotta anche fuori dal ring.

WALTZ ME, TRUST ME

Marie Losier / Francia-USA 2016 / 5’ / v.o. sott. it.

Si può essere un genio nel suonare uno strumento inesistente? Felix Kubin ha la presenza scenica necessaria per farlo.

 

Sala bianca CSC / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30) ETEROTOPIE

LIFE = CINEMATIC IMPERFECTIONS

Avo Kaprealian / Libano-Armenia 2018 / 82’ / v.o. sott. it.

sarà presente il regista – ingresso libero

In un tempo di guerra e desolazione, in luoghi senza dèi e senza padroni, figure confuse e prive di identità si muovono attraverso il tempo. In un mondo dove tutto pare non avere più un senso, dove il passato si confonde con il presente, le immagini anarchiche ci raccontano storie imperfette, incomplete, spezzate.

 

Cre.Zi. Plus/ Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30) LETTERATURE QUEER

I NEOPLATONICI DI LUIGI SETTEMBRINI. GLI AMORI MASCHILI NEL RACCONTO E NELLA TRADUZIONE DI UN PATRIOTA RISORGIMENTALE.

Domenico Conoscenti / Mimesis 2019 – ingresso libero

Ambra Carta, Salvatore Ferlita e Massimo Milani dialogano con l’autore dell’opera vincitrice del premio nazionale Maurice 2018.

 

SABATO 1 GIUGNO 2019

 

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(16.30)  QUEER SHORT #1

Concorso Internazionale di cortometraggi

ISHA

Christopher Manning / Regno Unito 2018 / 15’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Rahmi è un giovane musulmano di Londra che cela un segreto; presto scoprirà che anche le bugie a fin di bene possono stravolgere la sua esistenza.

LA FLACA

Adriana Barbosa, Thiago Zanato / Brasile-USA-Messico 2018 / 20’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Arely, arrivata a New York dal Messico e ammalatasi a causa del troppo lavoro, si avvicina a una setta che venera la Santa Morte, protettrice degli ultimi.

BETWEEN US TWO

Wei Keong Tan / Singapore 2017 / 5’ / v.o. sott. it.  

Attraverso un colloquio con la madre defunta affiora il tentativo di cristallizzare un passato che sembra sbiadire come la memoria.

FRAMING AGNES

Chase Joynt, Kristen Schilt / USA 2018 / 19’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Una conversazione tra le storie di Georgia, Denny e Henry con Agnes, una figura chiave nello comprensione medica delle persone transgender fino agli anni ‘90.

AZUL VAZANTE / LEAKING BLUE

Julia Alquéres / Brasile 2018 / 15’ / v.o sott. it.

Notte: una cattedrale gotica sullo sfondo, un letto di ospedale al centro di una piazza. Non troppo lontano, risuonano dei canti e delle preghiere.

WHOLE

Slava Doycheva / Bulgaria 2018 / 21’ / v.o. sott. it. e eng. / anteprima nazionale

Yana non sembra essere troppo interessata al matrimonio a cui è stata invitata. Preferisce invece il ripostiglio, dove incontra una cameriera incrociata in sala.

THE DRUM TOWER

Fan Popo / Cina 2019 / 18’/ v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Mentre Kacchan si aggira per i vicoli di Pechino fotografando i mutamenti del quartiere, si imbatte casualmente nel curioso negozio abusivo della signorina Mi.

(18.30)  PRESENZE

THE BALLAD OF GENESIS AND LADY JAYE

Marie Losier / USA-Francia 2011 / 72/ v.o. sott. it.

sarà presente la regista

L’artista e cantante Genesis P. Orridge ha vissuto un’intensissima storia d’amore con Lady Jaye. La loro vita e la loro relazione saranno diretta espressione di una creatività assoluta: realizzare il mito della pandroginia permetterà loro di uscire dalle singole personalità per diventare davvero una cosa sola.

 

(20.30)  NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

DIAMANTINO

Gabriel Abrantes, Daniel Schmidt / Portogallo-Francia-Brasile 2018 / 96’ / v.o. sott. it.

Cristiano Ron… Ehm, Diamantino è il più forte calciatore del Portogallo. O almeno lo era, prima di sbagliare il rigore decisivo durante la finale dei Mondiali. Caduto in disgrazia, il giocatore finirà al centro di un complotto politico-scientifico e familiare, mentre una agente speciale inizierà ad indagare sui suoi conti bancari.

a seguire

PANORAMA QUEER

LE DISCOURS D’ACCEPTATION GLORIEUX DE NICOLAS CHAUVIN

Benjamin Crotty / Francia 2018 / 26’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Nicholas Chauvin, soldato napoleonico e padre del chauvinismo, si imbarca in un gran monologo che lo manda indietro nello spazio e nel tempo.

 

(22.30) NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

SEULS LES PIRATES

Gaël Lépingle / Francia 2018 / 89’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

sarà presente il regista

Gerò, un attore in pensione senza ormai più voce, resiste come può alle pressioni di chi vuole sfrattarlo dal suo teatro di posa per farci un “quartiere ecologico”. Nel tentativo di combattere la gentrificazione e l’ingiustizia sociale, si trasforma quindi nel bucaniere della sua immaginazione, dai mezzi patetici ma efficaci.

 

 

Terrazze Institut français / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(22.30) PANORAMA QUEER EXTRA

(S)HE SAID THAT

Mike Hoolboom / Canada 2019 / 14’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

in collaborazione con Efebo d’Oro – ingresso libero

Gli scoppi fragorosi e la marcia solenne dei manifestanti introducono le parole del filosofo Paul B. Preciado che riflette sul bio-potere che disciplina i corpi.

A BOY’S LIFE (1996-2018)

Mike Hoolboom / Canada 2018 / 8’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

in collaborazione con Efebo d’Oro – ingresso libero

Un uomo sieropositivo osserva i cambiamenti cui è soggetto il proprio corpo esprimendo i suoi veri sentimenti, incurante di non rientrare nei canoni imposti dalla società.

ATELIER

Elsa Maria Jakobsdòttir / Danimarca 2017 / 30’ / v.o. sott. it.

in collaborazione con Seeyousound Music Film Experience – ingresso libero

Una giovane donna in fuga da sé stessa, una casa minimalista isolata nei boschi svedesi, un ritiro spirituale bruscamente interrotto dall’arrivo di un’altra donna.

THE MAN-WOMAN CASE                          

Anaïs Caura / Francia 2017 / 5’ x 10 ep. / v.o. sott. it / anteprima nazionale

in collaborazione con Animaphix International Animated Film Festival – ingresso libero

Sidney, 1920: la polizia trova il corpo di una donna. Ci sono poche prove per dimostrarlo, ma l’ispettore di polizia Dick è convinto sia stato un omicidio.

 

Cre.Zi. Plus / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30)  LETTERATURE QUEER

BITCHES GO TO SQFF

INCONTRO CON IL MOVIMENTO PER I DIRITTI DEI/DELLE SEX WORKER – ingresso libero

Daniela Tomasino incontra Pia Covre e Ethan Bonali.

 

Spazio Franco / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(23.00) PORNO UBER ALLES #2. – ingresso libero

Gandolfo Pagano e Salvo Cuccia si inoltrano in un territorio nuovo e antico allo stesso tempo alla ricerca di sonorità che si fondono alle immagini e ai suoni di frammenti di pellicole rimaste nel Cinema CUCCIA, chiuso da 20 anni, che Salvo Cuccia ha rielaborato in questa live performance in prima assoluta.

 

I Candelai / via Candelai, 65

(00.00) PARTY NUDO – ONDA QUEER

Il party più queer della città, in festa per la nona edizione del Sicilia Queer. Tutti ai Candelai dopo le proiezioni!

 

DOMENICA 2 GIUGNO 2019

 

Bottega 1 Ballarak / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(12.30) BRUNCH BALLARAK

Trascorrete la Festa della Repubblica in compagnia degli ospiti del Sicilia Queer e delle birre artigianali di Ballarak.

 

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(16.30)  PANORAMA QUEER

VER A UNA MUJER

Mònica Rovira / Spagna 2017 / 60’ / v.o. sott. it.

sarà presente la regista

Amore totalizzante. Quando si incontra ci si perde, ci si immerge in una zona liminale che non è più la realtà, è un liquido amniotico che ti sommerge e ti riempie, ti dona il sogno dell’incoscienza mentre il tempo fugge via. Mònica vede riaffiorare l’immagine di ciò che è stato, e dovrà farci i conti.

 

(18.30)  NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

DULCINEA

Luca Ferri / Italia 2018 / 66’ / v.o. sott. eng.

saranno presenti il regista e la protagonista

Milano, anni novanta: mentre Dulcinea segue la solita routine quotidiana all’interno della sua abitazione, uno strano personaggio pulisce spasmodicamente gli spazi occupati dalla ragazza appropriandosi di alcuni oggetti e riponendoli all’interno di una valigetta. All’improvviso però qualcuno bussa alla porta…

 

(20.30)  PRESENZE

CASSANDRO, THE EXOTICO!

Marie Losier / Francia 2018 / 73’ / v.o. sott. it.

sarà presente la regista

Cassandro è il lottatore che ha ridefinito il concetto di gender nella lucha libre:

col suo aspetto da drag queen e il suo talento è riuscito ad affermarsi come uno dei personaggi queer più importanti del wrestling. Dopo 26 anni di lotte però, il suo corpo sembra non poter più contenere la forza del suo spirito guerriero.

 

(22.30)  CARTE POSTALE À SERGE DANEY

IL FUNERALE DELLE ROSE

Toshio Matsumoto / Giappone 1969 / 105’ / v.o. sott. it.

Eddie e Leda sono due travestiti che si contendono l’amore di Gonda, proprietario del gay bar Genet, dove lavorano entrambi. Un’opera chiave della Nouvelle Vague giapponese: una ferita ancora pulsante che mescola liberamente interviste documentarie, nefaste premonizioni edipiche e grafismo metropolitano.

 

Terrazze Institut français / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(22.30) PANORAMA QUEER

LINFA

Carlotta Cerquetti / Italia, 2018 / 52’ / v.o. sott. eng

Party Nudo dialoga con la regista – ingresso libero

Come combattere l’omologazione e l’appiattimento culturale? Con una resistenza che passa dal proprio corpo. La storia delle donne che compongono la scena underground del Pigneto a Roma, che fanno arte nella consapevolezza che la linfa che scorre sotterranea è l’unica a conservare il potere della rivolta.

 

Cre.Zi. Plus / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30) LETTERATURE QUEER

DESIDERIO. RACCONTI DI EROS, SEGRETI, BUGIE.

Delia Vaccarello / Villaggio Maori 2019 – ingresso libero

Elena Mignosi e Daniela Tomasino dialogano con l’autrice.

 

Spazio Franco / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(22.30) BLIND, IL CINEMA PER L’ORECCHIO – ingresso libero

Una rassegna di brani acusmatici che include le voci più rappresentative dell’arte sonora che sin dal suo nascere è stata sorella del cinema. Grazie a un Acousmonium costituito da 14 altoparlanti il pubblico sarà immerso nei gesti e nelle immagini sonore di alcune delle composizioni più significative degli ultimi 40 anni. A cura di Manfredi Clemente, musiche di Pierre Henry, François Bayle, Theodoros Lotis, Christian Zanesi, Costantinos Kontos, Manfredi Clemente, Visa Kuoppala.

 

LUNEDÌ 3 GIUGNO 2019

 

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(16.30)  PANORAMA QUEER

THE COSMOS DREAMT HER

Roberto Prestia / Regno Unito 2018 / 8’ / v.o. sott. it. / anteprima assoluta

sarà presente il regista

In un remoto angolo dell’Universo, due donne si incontrano in una stanza di un hotel che fluttua nello Spazio. Un uomo le spia dalla stanza accanto.

a seguire

PANORAMA QUEER

EIGENTLICH IST SIE MEIN KLEINER BRUDER

Lena Lobers & Carina Nickel / Germania 2018 / 40’ / v.o. sott. it.

Come si fa a essere sicuri delle scelte definitive che riguardano la nostra identità? Lena Lobers esplora le vite quotidiane e le scelte di tre giovani transessuali per trovare risposta ai suoi dubbi riguardo la sua piccola sorellina. Sarà in grado di aiutarla ora che si avvicina inesorabile la pubertà?

 

(18.30)  NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

SERPENTARIO

Carlos Conceição / Angola-Portogallo 2019 / 83’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Un ragazzo si mette in viaggio alla ricerca del fantasma di sua madre. Attraverso deserti sconfinati, antiche epoche e scenari post apocalittici, una voce lo guida verso un luogo familiare ormai perso nel tempo. Riuscirà il ragazzo a trovare l’uccello centenario dei racconti di sua madre?

 

(20.30) NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi 

L’AMOUR DEBOUT

Michaël Dacheux / Francia 2018 / 83’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Arnold Pasquier dialoga con il regista

In fuga dalla sua Tolosa, Martin parte alla volta di Parigi in cerca di fortuna. Qui incontra Leah, con cui si è appena lasciato e che ha rappresentato il suo primo amore. I due ragazzi cercheranno di superare a loro modo la fine della loro relazione, alla ricerca della consapevolezza di cosa voglia dire diventare adulti.

 

(22.30)  QUEER SHORT #2

Concorso internazionale di cortometraggi

A WOMAN’S WIFE        

Ahlam Jang / Corea del Sud 2018 / 20’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

La delicata trasformazione identitaria di un marito transessuale si complica quando, abbandonate le mura domestiche, il privato diventa pubblico.

GALATÉE À L’INFINI

Julia Maura, Mariangela Pluchino, Ambra Reijnen, Maria Chatzi, Fátima Flores / Spagna 2017 / 17’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Deluso dalle donne dei suoi tempi, Pigmalione decide di modellare una donna con le sue stesse mani: una macchina perfetta creata per soddisfare il suo piacere.

FUCK YOU

Anette Sidor / Svezia 2018 / 15’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Cosa accadrà quando Alice deciderà di mettere alla prova il fidanzato Albin con un piccolo regalino di 18 centimetri acquistato in un sexy shop?

 OLD NARCISSUS

Tsuyoshi Shoji / Giappone 2018 / 22’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

L’incontro con Leo sembra infondere nuova fiducia in Yamazaki, ma il suo masochismo da “vecchio narciso” riaffiorerà gettandolo in un abisso di dolore.

REFORMA

Fábio Leal / Brasile 2018 / 16’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Francisco aiuta l’amica Flavia a ristrutturare un appartamento, raccontandole avventure erotiche da cui traspare l’insoddisfazione per il proprio corpo.

LAC DAUMESNIL

Thomas Devouge / Francia 2019 / 19’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Aurélien e il suo amico si muovono in una sorta di paradiso terrestre filmando i loro giochi, ma presto le loro tormentose fragilità torneranno a galla.

 

Goethe-Institut – Sala Wenders / Cantieri Culturali alla Zisa / Via Paolo Gili, 4

(18.30)  PANORAMA QUEER

NEVRLAND

Gregor Schmidinger / Austria 2019 / 88/ v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Jacob è un adolescente con problemi di ansia che ha da poco iniziato a lavorare al mattatoio del padre. Ma un incontro su un sito di video chat con l’artista 26enne Kristjan potrebbe sconvolgere la sua vita, trasportandolo in viaggio transpersonale a Nevrland, dove sarà messo davanti alle ferite più profonde della sua anima.

 

Cre.Zi. Plus / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30)  ETEROTOPIE

SHOOTING A REVOLUTION: VISUAL MEDIA AND WARFARE IN SYRIA

Donatella Della Ratta / Pluto Press / Londra 2018 – ingresso libero

Costanza Quatriglio, Paola Caridi e Marta Bellingreri dialogano con l’autrice.

 

Terrazze Institut français / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(22.30) ETEROTOPIE

KALEIDOSKOPE

Ammar al-Beik / Egitto-Emirati Arabi 2014 / 24’ / v.o. sott. it.

sarà presente il regista – ingresso libero

La notte di due amanti è foriera di preoccupazioni: Marie pensa alla carriera di attrice, Ammar pensa alla guerra che ha visto infuriare ad Aleppo.

a seguire

LA DOLCE SIRIA

Ammar al-Beik / Egitto-Emirati Arabi 2014 / 24’ / v.o. sott. it.

sarà presente il regista – ingresso libero

Il circo italiano arriva a Damasco, ma anche da questo mondo di sogno non si può che fuggire, come dall’illusione di una normalità impossibile in tempo di guerra.

a seguire

THE SUN’S INCUBATOR

Ammar al-Beik / Egitto 2011 / 11’ / v.o. sott. it.

sarà presente il regista – ingresso libero

2011, Il Cairo: una famiglia si prepara per raggiungere la folla nelle strade. Il suono assordante del televisore si confonde con l’eco della rivolta.

 

MARTEDÌ 04 GIUGNO 2019

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(16.30)  PANORAMA QUEER

ALFREDO D’ALOISIO, IN ARTE (E IN POLITICA) COHEN

Andrea Meroni, Enrico Salvatori / Italia 2017 / 68’ / v.o. sott. eng.

sarà presente la voce narrante Ernesto Tomasini

La storia di Alfredo Cohen dall’infanzia a Lanciano alle lotte politiche, alle performance di teatro d’avanguardia, alle collaborazioni con Battiato e Monicelli. La seminalità di un modo multiforme di rappresentare la realtà per riscoprire l’importanza dell’immaginazione e rimettere il destino nelle nostre mani.

 

(18.30)  RETROVIE ITALIANE

LA LUNA

Bernardo Bertolucci / Italia-USA 1979 / 142’ – ingresso libero 

La morte del padre accende un rapporto conflittuale e appassionato tra il figlio Joe e la madre Caterina. Una Roma sensuale bruciata dal sole, una luna che dona visioni, nasconde e svela, un film sulla ricerca di se stessi e sulla fragilità del nostro nasconderci dietro ciò che accettiamo come vero.

(20.30)  PANORAMA QUEER

GOLEM

Etrio Fidora / Italia-Rep. Ceca 2019 / 25’ / anteprima assoluta

sarà presente il regista

Quando il confine tra ciò che è reale e ciò che è digitale inizia a diventare sempre più labile, la vita di J. si trasformerà in un incubo senza via d’uscita.

a seguire

RAFIKI

Wanuri Kahiu / Kenya-Sudafrica-Germania-Paesi Bassi-Francia-Norvegia-Libano 2018 / 82’ / v.o. sott. it.

A dispetto della rivalità politica dei loro padri, Zena e Kiki restano buone amiche, sostenendosi l’un l’altra nel perseguire i loro sogni in una società conservatrice. Gli sguardi che si scambiano però non lasciano spazio a dubbi sulla vera natura dei loro sentimenti, messi a repentaglio dalle leggi scellerate di un paese omofobo.

 

(22.30)  NUOVE VISIONI – Concorso Internazionale di lungometraggi

LEMBRO MAIS DOS CORVOS

Gustavo Vinagre / Brasile 2018 / 80’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

Julia Katherine è un’attrice transessuale che vive in un piccolo appartamento di San Paolo. In questo intimo dialogo con il regista ripercorre con leggerezza gioie, traumi e piccole fatalità della sua vita: l’amore, il sesso, il cinema e i diversi modi in cui hanno attraversato tutta la sua storia.

 

Terrazze Institut français / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(22.30) PANORAMA QUEER

NOI

Benedetta Valabrega / Italia 2018 / 55’ / v.o. sott. eng.

sarà presente la regista – ingresso libero

Per generazioni i fratelli hanno smesso di parlarsi. Ora, le tre sorelle vogliono rompere il tabù. Per farlo indagano su come si sono formati i modelli da cui sono cresciute, fino al punto dove gli interlocutori non ci sono più. Un viaggio, a volte comico, per capire le motivazioni che ciascuno ha di essere com’è.

 

Goethe-Institut – Sala Wenders / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30)  PREMIO NINO GENNARO

Assegnazione del premio Nino Gennaro 2019 a Mykki Blanco. A cinquant’anni dai moti di Stonewall, un dialogo con Ernesto Tomasini, Luigi Carollo, Pietro Pitarresi.

 

MERCOLEDÌ 5 GIUGNO 2019

Cinema De Seta / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(16.30)  RETROVIE ITALIANE. GUIDO CERONETTI, IL FILOSOFO IGNOTO

Francesco Fogliotti / Italia 2014 / 52’

ingresso libero

Come nei risvolti di copertina dei suoi libri, questo film è tante cose: il ritratto di un intellettuale europeo, l’istantanea di una vita fragile invasa dalla vecchiaia, la mitezza di un fustigatore di progressione, la ribalta misterica di un teatro invisibile. In Ceronetti opera e vita si confondono in un unico, disarmato SOS.

 

(18.30)  ETEROTOPIE

CHAOS

Sara Fattahi / Austria-Siria-Libano-Qatar 2018 / 95’ / v.o. sott. it. / anteprima nazionale

sarà presente la regista

Tre donne in tre città differenti. Donne che si sono arrese. Una vive a Damasco e ha smesso di parlare, isolandosi nel suo appartamento. La seconda si è trasferita in Svezia, e si rifugia nell’arte. La terza è a Vienna e affronta un incerto futuro, assomigliando sempre di più al fantasma di un’altra donna.

 

SERATA DI CHIUSURA

(20.30) PANORAMA QUEER
PLAIRE, AIMER ET COURIR VITE

Christophe Honoré / Francia 2018 / 132’ / v.o. sott. it.

È il 1990, Arthur, vent’anni, studia a Rennes. La sua vita scorre tranquilla, finché non incontra l’amore in Jacques, scrittore e padre malato di AIDS che come lui non disdegna incontri sia con uomini che con donne. Un rapporto sfaccettato e complesso che dovrà essere vissuto in corsa contro il tempo.

 

Goethe-Institut – Sala Wenders / Cantieri Culturali alla Zisa / Via Paolo Gili, 4

(17.30)  RETROVIE ITALIANE

LUNARI(OH)! La difesa della luna tra cinema e letteratura

ingresso libero

A partire dai filmati d’archivio che ripercorrono i giorni dell’impresa lunare del 1969, una conversazione che evoca apologie, elegie, digressioni e dissensi intorno a un tema su cui si confrontarono alcuni maestri del cinema e della letteratura italiana di quegli anni (da Pasolini a Ceronetti e Manganelli, da Bertolucci a Fellini). A cura di Umberto Cantone, con Alessia Cervini e Richard Grusin.

 

Cre.Zi. Plus  / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

(18.30) LETTERATURE QUEER

LA GAIA CRITICA. POLITICA E LIBERAZIONE SESSUALE NEGLI ANNI SETTANTA. SCRITTI(1972-1983)

Mario Mieli / Marsilio 2019 – ingresso libero

Pietro Pitarresi, F.P. Alexandre Madonia e Giuseppe Burgio dialogano con il curatore Massimo Prearo.

 

SQFF2019 | ARTI VISIVE

 

Centro Internazionale di Fotografia Letizia Battaglia – Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

PARTY NUDO. LE NOTTI DELLA QUEERILLA
30 maggio – 30 giugno 2019 | martedì – domenica > 9.30 – 18.30

inaugurazione: giovedì 30 maggio ore 18; ingresso libero

Reportage di Fabrizio Milazzo e Simona Mazzara durante Party Nudo, progetto spin-off di Sicilia Queer Filmfest con l’obiettivo di creare uno spazio queer entro l’ambito del clubbing.

 

Haus Der Kunst – Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

UNSTEADY STATE

30 maggio – 5 giugno 2019 | tutti i giorni > ore 18 – 21

inaugurazione: venerdì 24 maggio, ore 18; ingresso libero

Un mese a Palermo, ottobre, nell’anno di Manifesta XII e di Capitale Italiana della Cultura, l’artista tedescaFranca Scholz sulla soglia, sul crinale dei luoghi, rimbalzando nella frenesia della città, tra mostre e eventi e l’inevitabile apatia che deriva dalla grande abbuffata.

 

Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino – Piazza Antonio Pasqualino, 5

INSOMNIA COOKIES
15 giugno – 15 luglio 2019 | martedì – sabato > 10 – 18; lunedì e festivi > 10 – 14
inaugurazione: 15 giugno ore 18; ingresso libero

Mostra curata da Antonio Leone e Paola Nicitae organizzata in collaborazione con il Coordinamento Palermo Pride. La mostra vuole narrare le molteplici declinazioni dell’amore, affermandone una necessità universale che nasce da esperienza soggettive eprevede l’esposizione di artisti come Yasumasa Morimura, Letizia Battaglia, Urs Luthi, Luigi Ontani, Lovett&Codagnone, Cesare Viel, Yamada Anuku, Paolo Angelosanto, Rita Casdia e Matteo Basile.

 

E INOLTRE…

 

Bottega 2 / Cantieri Culturali alla Zisa / via Paolo Gili, 4

LUDOTECA LIBERO GIOCO – ingresso libero

 

Venerdì 31 maggio

ore 18 – 18.30 Gioco Libero

ore 18.30 – 19 Lettura del libro La mia famiglia selvaggia di Laurent Moreau

ore 19 – 21 Gioco Libero

Sabato 1 giugno

ore 17 – 18 Gioco Libero

ore 18 – 18.30 Lettura del libro Il bosco in casa di Sarah Vegna e Astrid Tolke

ore 18.30 – 21 Gioco Libero

Domenica 2 giugno

ore 17 – 18 Gioco Libero

ore 18 – 18.30 Lettura del libro Dora e il mostro dell’armadio di Bryony Thomson

ore 18.30 – 21 Gioco Libero

Lunedì 3 giugno

ore 17 – 18 Gioco Libero

ore 18 – 18.30 Lettura del libro Tutto quello che so sulla gente di Jaume Copons, illustrazioni di R. Guridi

ore 18.30 – 21 Gioco Libero

Martedì 4 giugno

ore 17 – 18 Gioco Libero

ore 18 – 18.30 Lettura del libro A caccia dell’orso di Michael Rosen e Helen Oxenbury

ore 18.30 – 21 Gioco Libero

 

BIGLIETTI

intero / queercard

Tessera sostenitore        100 €

Tessera festival                50 €        40/25 €

Accredito studenti          25 €

Ingresso giornaliero       10 €          8 €

Ingresso singolo              5 €           4 €

 

Le repliche delle proiezioni dei concorsi Nuove Visioni e Queer Short si svolgeranno nella sala Noir del cinema Rouge et Noir.

 

 

Il presente programma potrebbe subire variazioni per cause di forza maggiore indipendenti dalla volontà degli organizzatori. Si invita pertanto a verificare gli eventuali aggiornamenti consultando il sito.

www.siciliaqueerfilmfest.it | info@siciliaqueerfilmfest.it

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.