Arrestato a Siena il killer che a Napoli aveva centrato la piccola Noemi

Il killer della piccola Noemi, Armando Del Re
Il killer della piccola Noemi, Armando Del Re

Tre notizie importanti riguardanti la sparatoria di Napoli di cui la piccola Noemi si è trovata bersaglio inconsapevole.

La prima, forse quella per cui tutti abbiamo sperato e pregato da una settimana: migliorano finalmente le condizioni della bambina. “Grande commozione, grande soddisfazione e gioia per tutti noi“, queste le parole del direttore sanitario dell’ospedale Santobono dove la piccola ha lottato rischiando la morte nei giorni scorsi. Noemi adesso, pur permanendo la gravità delle sue condizioni è finalmente in grado di respirare autonomamente ed è sveglia. La piccola di appena 4 anni è stata finora supportata dalla ventilazione meccanica a causa della gravissima ferita che ha lesionato uno dei polmoni. La prognosi rimane comunque riservata e fra 24 ore sarà emanato un nuovo bollettino medico.

Migliorano anche le condizioni della vittima designata dell’agguato, Salvatore Nurcaro. Questo potrà permettere, probabilmente, di far chiarezza sull’agguato.

La terza, ottima, notizia è che il killer è stato arrestato nel senese. Si tratta di Armando Del Re, 28 enne originario dei Quartieri spagnoli, ma legato ai traffici illeciti dell’area Nord. Fermato con lui anche il fratello Antonio, di 18 anni, che lo avrebbe aiutato nella latitanza. Il procuratore Melillo sottolinea come ci si trovi in un contesto pienamente “camorristico”, smentendo dunque l’ipotesi avanzata fino al momento della cattura di una vendetta personale. Il procuratore precisa infatti che Salvatore Nurcaro (la vittima designata dell’agguato) sarebbe stato seguito. Il killer, non dimentichiamo, pur accorgendosi di aver “centrato” la piccola, ne ha scavalcato per due volte il corpo, prima per continuare a sparare all’impazzata poi per fuggire via dal luogo dell’agguato. (foto: Repubblica.it)

 

Antonio Del Re 18 anni arrestato per aver favorito la latitanza del fratello
Antonio Del Re 18 anni arrestato per aver favorito la latitanza del fratello

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.