25 enne russa aggredita per stupro a Bologna, la salva un amico marocchino

Il fatto di cronaca ieri alla periferia di Bologna, la vittima una 25 enne russa che all’alba di ieri è stata trascinata contro la sua volontà all’interno di un casolare da un marocchino con lo scopo di violentarla. Fortunatamente per lei è stata salvata da un amico, sempre marocchino e conoscente dell’aggressore, che ha chiamato subito il 113 dopo aver provato a difenderla.

La ragazza aveva conosciuto il giovane marocchino che l’ha salvata in discoteca poche ore prima e da lui aveva accettato un passaggio. Poi hanno incontrato il terzo (che si è scoperto poi avere precedenti per rapina e sul quale pendeva un ordine di carcerazione proprio per questo reato), con lui si erano fermati a parlare e fumare uno spinello ma dopo poco quest’ultimo ha aggredito i due minacciando con un coltello puntato alla gola il connazionale non disposto alla violenza e trascinando la giovane in un vicino casolare abbandonato.

La Polizia, prontamente intervenuta, ha evitato che la violenza si concludesse e ha tratto in arresto l’uomo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.