Agguato a Palermo, uccisi padre e figlio

L’agguato nella prima serata di giovedì 14 marzo, a cadere sotto i colpi dei killer Antonino Lupo di 53 anni e Giacomo Lupo di 18, rispettivamente padre e figlio. L’agguato al quartiere Zen dove i due abitavano, in via Rocky Marciano e infatti Antonino è stato subito caricato su un’automobile da alcuni parenti che lo hanno portato in ospedale, mentre il figlio Giacomo è stato soccorso da un’unità del 118. Entrambi però sarebbero deceduti poco dopo al pronto soccorso del Villa Sofia.

Sul posto si è subito recata la Polizia di Stato. Numerosi sarebbero i precedenti penali di Antonino Lupo, tutti legati a traffico di droga, mentre risulta incensurato il figlio. Al momento staziona davanti l’ospedale una piccola folla di parenti e amici davanti al nosocomio, non sono mancati momenti di tensione poi sedati dall’intervento di alcune volanti.

Sebbene sia presto per avanzare ipotesi precise sul movente pare che poco prima i due avessero avuto una lite in strada con altre persone di cui la Polizia ora cerca di stabilire l’identità.


Aggiornamento: si è costituito l’assassino, già coinvolto nella rissa che portò alla morte di Aldo Naro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.