A Francavilla di Sicilia la conferenza stampa di fine anno del sindaco Pulizzi

di Nello Cristaudo

 

Conferenza stampa di fine d’anno per il sindaco di Francavilla di Sicilia Enzo Pulizzi, che ha fatto il punto della situazione sull’appena trascorso anno della sua gestione politica amministrativa, descrivendo  i punti più salienti di essa. Prendendo spunto dall’analisi economica contabile ha dichiarato che:  «Il 2018 è iniziato per noi in maniera critica, ma siamo riusciti a superare ogni ostacolo, a raggiungere gli obiettivi del nostro programma elettorale ed a dotarci di nuove progettualità che ci torneranno utili a partire dall’immediato futuro». E il discorso è continuato proprio su questa scia esaminando la complessa condizione economica-contabile dell’ente. «Nello scorso febbraio  la Corte dei Conti evidenziava ventuno punti di criticità nei Bilanci 2015 e 2016 e nel Consuntivo del 2017. Alla luce dei rilievi mossici, abbiamo effettuato una ricognizione straordinaria dei crediti residui, da cui è emerso per il nostro ente, un disavanzo pari ad oltre quattro milioni di euro, dovuti a crediti ormai inesigibili.  Avevamo una opportunità che una normativa nazionale offriva ai Comuni per il risanamento dei rispettivi Bilanci: accedere ad un mutuo con una rata di 170 mila euro annui affinché potessimo risanare il tutto ed iniziare la programmazione della nostra attività amministrativa. Da ciò sono derivati i tempi lunghi per il bilancio preventivo e solo ora, a fine anno, abbiamo potuto redigere il nostro primo bilancio approvato il 10 dicembre scorso. Questi iniziali problemi contabili, hanno purtroppo impedito l’ammissione a finanziamento di un progetto da cinque milioni di euro per la ristrutturazione del locale istituto scolastico comprensivo. La consolazione è che il progetto esecutivo ci rimane e, sicuramente, verrà finanziato da uno dei tanti bandi analoghi che annualmente vengono emanati».

La discussione, poi, ha posto l’accento sui problemi inerenti gli edifici comunali per i quali il primo cittadino ha dichiarato che per i plessi scolastici è stata avviata la riqualificazione energetica sia per la scuola materna e per la media inferiore e si è provveduto a riaprire la tensostruttura, utilizzandola per le scuole come palestra. Inoltre il sindaco ha chiarito la tanto chiacchierata questione del tetto del palazzo municipale: « è uno di quei lavori in somma urgenza che la mia Amministrazione Comunale ha provveduto a regolarizzare. Checché se ne dica, non potevamo certo aspettare il promesso, ma mai concesso, finanziamento della Protezione Civile da 67mila euro in quanto, con quel tetto così precario ed a tratti inesistente, non si poteva certo mettere a repentaglio l’incolumità dei nostri dipendenti comunali e dei cittadini che si recano quotidianamente nei nostri uffici. Operazioni di protezione civile effettuate con leggerezza.  Il ricorso alle procedure della somma urgenza è stato quindi inevitabile e del tutto legittimo».

Il bilancio di fine anno, dopo, ha toccato anche i risparmi ottenuti con il nuovo gestore di telefonia che sfiorano gli oltre 26 mila euro, i nuovi sistemi informatici che hanno permesso un’ulteriore economia di 36 mila euro,  le iniziative per l’estate francavillese, il percorso dei treni storici con oltre seicento presenze di turisti scaglionati nei mesi di agosto e settembre, il coinvolgimento dei produttori locali che hanno esposto a palazzo Cagnone i loro prodotti che hanno trovato un ampio riscontro nei visitatori ed altro ancora.

Ma un posto particolare, Pulizzi lo riserva alla raccolta differenziata, che grazie alla collaborazione dei cittadini, ha fatto si che si sono già raggiunti risultati ottimali. Ma dulcis in fundo, l’inquilino di piazza Annunziata, lo riserva alla questione della cessione dell’energia elettrica. Egli, parlando anche della raccolta differenziata, spiega: «Contrariamente a quanto sostengono i nostri avversari politici,  non è affatto vero che ci siamo trovati di fronte a realizzazioni “passivamente” ereditate dalla precedente gestione amministrativa. Sia nell’un caso che nell’altro ci siamo infatti impegnati per portare a termine le due iniziative alle migliori condizioni possibili per il nostro ente. Oggi, dunque, ci ritroviamo con una percentuale di raccolta differenziata che oserei definire “straordinaria” in quanto è riuscita spesso a superare la soglia del 75%, grazie anche alla massiccia e capillare opera di informazione preventiva svolta dalla nostra Amministrazione nei confronti della cittadinanza, che ha ottimamente risposto a tale “novità”. Per quanto concerne inoltre la cessione dell’azienda elettrica comunale, la società “Enel Distribuzione” corrisponderà al nostro Comune 650 mila euro, oltre ad investire un milione e mezzo di euro per modernizzare e mettere finalmente a norma l’intera rete elettrica cittadina». Inoltre ha precisato che la gestione vera e propria dell’energia elettrica avverrà “step by step” , ossia gradualmente, allorquando l’Enel  avrà ottemperato all’ammodernamento dell’impianto elettrico.

Infine, il sindaco elenca tutte una serie di iniziative a cui sta dando attenzione. La sottoscrizione di un protocollo d’intesa con i comuni del bacino imbrifero dell’Alcantara per la riscossione dei così detti “canoni Bin”, spettanti agli Enti percorsi dal fiume Alcantara, sfruttati da altri soggetti per produrre energia elettrica, l’attivazione delle procedure per il recupero della quota di energia elettrica gratuita non più erogata ormai da quindici anni dall’Enel e l’avvenuta sottoscrizione dell’accordo transattivo con le società dell’impianto eolico di contrada Sella Mandrazzi, impegnatesi a versare in favore del Comune di Francavilla 490 mila euro per il pregresso e 75 mila euro l’anno per i prossimi quindici anni. Ha anche annunciato una iniziativa di grande spessore culturale e di importanza particolare per l’identità siciliana. Si tratta del tricentenario della famosa battaglia svoltasi nel nostro territorio  per la presa della Sicilia tra spagnoli ed austriaci, iniziativa per la quale c’è all’opera una apposita commissione di studi che sarà ampliata prossimamente e che vede la partecipazione di molti studiosi, appassionati e delle università di Messina e di Catania.  Oltre agli altri progetti per il rilancio turistico  e culturale che vedranno sempre più coinvolti l’Ente e le varie associazioni culturali: Gran Carnevale Francavillese, mostre, eventi  e tanto altro ancora.

Ma per ultima cosa, ma non perché sia di minore importanza, ha dichiarato il sindaco Pulizzi, «Sono lieto di annunciarvi  che finalmente i nostri contrattisti sono stati stabilizzati con la delibera  posta in essere dalla mia amministrazione senza bisogno di ulteriore proroghe e portando il loro contratto a tempo indeterminato».

Ha concluso la conferenza stampa augurando un felice e prosperoso anno nuovo a tutti i cittadini e elencando tutta una serie di cose che saranno intraprese sin dai primissimi giorni di gennaio a partire  dalla sistemazione delle strade.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.