Samantha Di Fazio, 15 anni fra i vincitori del Progetto ICARO 2018. La premiazione a Roma

di Nello Cristaudo

 

Samantha Di Fazio, 15 anni, ormai ex studentessa della 3 G Scuola Secondaria di Primo Grado “ Luigi Castiglione” di Bronte (CT) è una dei vincitori del concorso nazionale denominato “Progetto Icaro”  18ª edizione anno scolastico 2017/2018. Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato alla studentessa e alla sua tutor, professoressa Gaetana La Maestra nonché alla preside Maria Magaraci, a Roma presso l’Università degli Studi  “La Sapienza” in una apposita manifestazione  presentata dall’attore Pino Insegno e svoltasi dinnanzi alle autorità del Ministero degli Interni e del MIUR.

Il progetto ICARO è un programma nazionale per l’educazione alla sicurezza stradale che si rivolge a studenti delle scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado di tutte le province italiane. Esso è realizzato con il coordinamento del ministero dell’Interno e grazie all’intesa del MIUR, del MIT, del Dipartimento di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma e in collaborazione con il Gruppo Gavio che da sempre cerca di contribuire in prima linea alla promozione e alla sensibilizzazione della sicurezza stradale anche attraverso il progetto Autostradafacendo.it. ed in partnership  anche con Enel Green Power e MOIGE (movimento italiano Genitori).

L’iniziativa ICARO, che negli anni ha visto la partecipazione interessata e costante di docenti e studenti con produzione di elaborati di alto livello, promuove la realizzazione di progetti scritti sotto forma di storytelling, ossia della narrazione di una storia reale che ha fatto riflettere i ragazzi sull’importanza della sicurezza stradale.
In dettaglio il tema era dedicato alla distrazione alla guida, ed in particolare, quella determinata dal fenomeno del multitasking (compiere più azioni contemporaneamente) con specifico riferimento alle utenze vulnerabili. Il programma prevede la visione di video-tutorial che illustrano comportamenti scorretti e riflessioni sulla prevenzione degli incidenti stradali

Una importante iniziativa rivolta ai giovani per far loro capire il valore di una campagna sulla sicurezza stradale con l’obiettivo di diffondere, attraverso  programmi differenziati in base alla fascia di età degli studenti, l’importanza del rispetto delle regole e della legalità.

Abbiamo sentito la vincitrice del concorso che, emozionata ma sicura di se, ci ha dichiarato: “Non mi aspettavo di arrivare sino a dove sono giunta, ovvero al 2° posto del concorso nazionale,  ma mi è sempre piaciuto scrivere,  sin da piccola, e sono fiera e soddisfatta di ciò che ho fatto. Adesso frequento il liceo classico “Capizzi” di Bronte ma ringrazio la dirigente scolastica Maria Magaraci e la professoressa Gaetana La Maestra per l’opportunità che mi hanno dato partecipando al progetto ICARO”.

La S.S.P.G. “Luigi Castiglione” si muove ormai, da anni, nella prospettiva dell’interdisciplinarietà in cui le educazioni trasversali assumono un ruolo fondamentale in quanto si propongono di costruire nei giovani competenze e capacità al fine di far meglio comprendere ai propri studenti la società in cui vivono, rendendoli soggetti critici e responsabili.

Abbiamo chiesto alla dirigente scolastica della scuola, Maria Magaraci che regge l’istituto dal 2015, alcune considerazioni.  Ci dice che: ”In questi anni, si è cercato di dare attenzione alla convivenza civile e alla cittadinanza attiva, articolata nelle sue molteplici educazioni: ambientale, stradale, salute, alimentare, legalità, affettività. Le varie tematiche sono state affrontate in maniera trasversale, in collaborazione anche con istituzioni pubbliche ed associazioni non proifit, da tutti i docenti mediante unità di apprendimento interdisciplinari ed utilizzando il più possibile la didattica laboratoriale. Uno degli obiettivi prioritari della Castiglione è, infatti, quello di migliorare le competenze sociali e civiche degli alunni. In questo contesto si inserisce il Progetto ICARO di educazione stradale, intercalato nell’area progettuale del nostro prof, che prevedeva una serie di incontri formativi svolti da funzionari e tutor della Polizia Stradale.  La tematica affrontata quest’anno, in varie classi, ha riguardato la distrazione durante la guida in particolare quella legata al “ multitasking” (ovvero il compiere più azioni contemporaneamente). Alcune classi, seguite dalla professoressa Gaetana La Maestra, referente del progetto Icaro, hanno partecipato anche al concorso associato al progetto realizzando una “storytelling” della durata massima di tre minuti, in cui gli studenti dovevano spiegare i pericoli legati alla distrazione ed al multitasking”.

Solo sono due le scuole siciliane che hanno ottenuto dei riconoscimenti, la Castiglione di Bronte e l’ISS De Nicola di San Giovanni La Punta, ambedue classificatesi al secondo posto, mentre per il primo posto per le superiori di secondo grado  si è classificato  il liceo Russel di Roma.

Ciò che emerge, a prescindere dal risultato del concorso e dal premio ricevuto che indubbiamente rende onore e prestigio alla scuola, è l’impegno, la dedizione e la cura profusi dal corpo docente e dalla dirigenza nei confronti dei ragazzi, cercando di educarli ai valori fondamentali del buon vivere civile al fine di creare gli uomini del domani coscienti delle loro capacità e delle loro competenze, consapevoli di essere persone libere e indipendenti. Non possiamo fare altro che complimentarci con la dirigente ed il suo gruppo docenti augurando loro un “semper ad majora”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.