Il maltempo fa ancora vittime e non cessa di flagellare l’Italia

Non si placa il maltempo, tendendo anzi a peggiorare in molte zone mentre intanto si fa sempre più pesante il bilancio delle vittime. Infatti ai coniugi di Villarbasse (Torino), Giuseppe Rosso di 74 anni e Miriam Curtaz di 73 anni morti a Lillianes (Aosta) bisogna aggiungere altre due vittime in Alto Adige. La prima vittima deceduta all’ospedale di Bolzano è un uomo di 53 anni di Laces, che lunedì, mentre stava guidando in Val Venosta, all’altezza di Coldrano era stato colpito da un albero. La seconda vittima è un 81enne della Val Badia che, intento a sistemare il tetto della sua malga danneggiata dalla violenta perturbazione, è precipitato, morendo sul colpo.

Da oltre un’ora insiste su Roma un violentissimo nubifragio, dopo le forti piogge delle scorse ore che hanno costretto i Vigili del Fuoco ad effettuare oltre 150 interventi dalle 9 di questa mattina. Diversi i sottopassi allagati, gli svincoli chiusi per allagamento e dei viadotti in cui sono in corso verifiche tecniche. Segnalata la presenza di alberi sulla carreggiata in via del Quadraro: fra via Appia Nuova e via Selinunte strada chiusa al traffico. In via Fregene: fra Via Appia Nuova e via Ardea: strada chiusa al traffico.

Il presidente della Regione, Zingaretti, ha dichiarato lo stato di calamità regionale per l’intero territorio del Lazio; la giunta regionale nei prossimi giorni chiarirà nel dettaglio la lista dei comuni colpiti dal maltempo e dei provvedimenti che intenderà assumere in merito.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.