Maltempo catanese: secondo Coldiretti tutto il raccolto è perso

Il giorno dopo il violento nubifragio che ha messo sott’acqua ampi territori del catanese fra cui Scordia e Palagonia, ma anche Ramacca, Lentini e Militello in val di Catania, il conto dei danni assume un aspetto inquietante: oltre ai danni subiti dalle infrastrutture pare che sia distrutto tutto il raccolto di agrumeti e altre coltivazioni. Coldiretti parla del 100% di raccolto distrutto in alcune aziende agricole ed evidenzia i danni (alcuni irreversibili) anche agli alberi, parecchi dei quali letteralmente sradicati dalla furia del maltempo.

Già dalla mattinata sono in loco i tecnici della Protezione Civile regionale insieme all’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, così come i tecnici dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste. È infatti già in fase di studio il provvedimento del governo regionale che stabilirà lo stato di calamità per le aree alluvionate e stabilire i primi interventi di assistenza alle comunità colpite.

I danni alle colture ammonterebbero comunque a diverse decine di milioni di euro. Gli occhi di tutti sono ora rivolti al cielo, nel timore di nuove improvvise burrasche temporalesche che, almeno per oggi, sembra siano distanti.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.