Altro arresto per l’uccisione di Desirèe Mariottini

Dopo l’arresto di due senegalesi questa mattina a Roma è stato arrestato anche un nigeriano di 46 anni per le violenze e l’uccisione della sedicenne Desirèe Mariottini.

Intanto si apprendono nuovi terribili particolari sulla vicenda. La giovane ridotta in stato di completa incoscienza con un mix letale di droghe sarebbe stata abusata a ripetizione da 7 o 8 uomini che l’avrebbero infine soffocata e abbandonata nello stabile occupato.

Tutti i tre arrestati, irregolari sul territorio italiano, avevano precedenti per spaccio di droga e la giovanissima pare ne conoscesse almeno qualcuno perché proprio da uno di questi si sarebbe rifornita, anche se la famiglia pur ammettendo che avesse problemi nega che facesse uso di stupefacenti. Il caso a Cisterna di Latina, cittadina di cui la ragazzina era originaria, sarebbe stato comunque già attenzionato dai servizi sociali.

Sul fronte delle indagini, che non si fermano comunque, la Polizia è alla ricerca di un quarto uomo che sarebbe anch’egli direttamente implicato nell’omicidio, ma altri individui sarebbero chiaramente ricercati o si cerca di identificarli.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.