Incontro con Pietro Agen: “È tempo di pensare al domani”

Nei giorni del caos in Italia, quando si cercava di formare un Governo del Paese, mentre a Roma si consumavano le speranze della maggior parte degli stessi Italiani (con il risultato che si conosce), in Sicilia, a Catania, si teneva l’Assemblea straordinaria di Confcommercio, presenti il presidente nazionale Carlo Sangalli, il presidente provinciale Riccardo Galimberti e il presidente della Camera di Commercio del Sud Est (Catania-Siracusa-Ragusa) Pietro Agen. Tema significativo dell’incontro: “Costruiamo il futuro: le Organizzazioni d’impresa al servizio della collettività”.
Inevitabile che nel periodico incontro che “La Voce dell’Isola” ormai mantiene da mesi, la prima domanda che viene posta a Pietro Agen fosse rivolta a quel “Costruiamo il futuro”: come è possibile, infatti “costruire il futuro” quando il presente che si vive presenta incognite e incertezze?
Le risposte appaiono convincenti: “Nei momenti di crisi bisogna saper utilizzare le potenzialità esistenti sul territorio per trasformarle in realtà. E’ sufficiente e necessario saper cosa fare, partendo dalle cose che mancano. Le aree più dinamiche del nostro territorio sono Catania, Siracusa e Ragusa, e su queste aree, con una adeguata progettualità, si può costruire già il presente e, di conseguenza, anche il futuro. Evidentemente quanto si sta verificando a livello istituzionale comporta un abbassamento complessivo dei toni, se è vero, come ritengo sia vero, che tutti vogliono il bene del Paese”.

A seguire l’intervista di Salvo Barbagallo a Pietro Agen
Riprese audio, video e web di Luigi Asero

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.