Lo uccisero con 27 coltellate per dei canoni non ancora pagati

Sono stati arrestati due uomini di Melilli con l’accusa di omicidio volontario per alcuni canoni di locazione arretrati. Il grave fatto si svolse a Francofonte il 2 novembre 2014. 

Con 27 coltellate fu ucciso un pensionato di 67 anni, Antonio Barbaro, per un ritardo nel pagamento di alcune mensilità dell’affitto di casa. I presunti assassini sarebbero due pescatori incensurati di Melilli, Antonino e Giancarlo Giaccotto, di 45 e 33 anni.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi da Gip del Tribunale di Siracusa Giuseppe Tripi su richiesta del sostituto procuratore Vincenzo Nitti che ha coordinato le indagini dei carabinieri di Francofonte e della Compagnia di Augusta, dal novembre 2014 a novembre 2015. Secondo quanto ricostruito dai militari, la vittima che abitava con la propria compagna a Francofonte in una casa di proprietà dei due fratelli per un canone mensile di locazione di 150 euro, a causa di difficoltà economiche non avrebbe corrisposto il pagamento del canone di qualche mensilità ai proprietari di casa che già da tempo ne pretendevano il pagamento.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.