La Sicilia alla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Paestum

XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

Paestum, 29-30-31 ottobre 1 novembre 2015

La Sicilia alla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

 

Conferenze e presentazioni tra protostoria, terra e mare

 

Tra gli espositori la Regione Siciliana e il Comune di Priolo Gargallo

 

       banner BMTA2015 300x255L’archeologia della Sicilia farà bella mostra anche quest’anno alla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 29 ottobre al 1 novembre. Conferenze e presentazioni riguarderanno siti e progetti relativi a diverse realtà parte del patrimonio storico e culturale dell’isola. Che peraltro è rappresentata all’interno del Salone espositivo dedicato al patrimonio archeologico dallo stand della Regione Siciliana e anche da quello del piccolo Comune di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, nel cui territorio si sviluppò sin dal XIV secolo a.C. l’abitato di Thapsos e dove in seguito si insediarono i Greci di Megara, nonché i Romani diversi secoli dopo.

      Diversi appuntamenti, all’interno dei numerosi convegni che la Borsa di Paestum ospita, riguardano la Sicilia. Nell’ambito della conferenza organizzata dai Gruppi Archeologici d’Italia, sabato 31 ottobre (Sala Cerere, a partire dalle ore 10) si parlerà anche di “Preistoria e protostoria trapanese”, con uno spazio dedicato a “Bonifato. La montagna ritrovata”, a cura del Gruppo Archeologico Drepanon. Gli archeologi Alberto Scuderi e Mario Bonaviri, insieme al Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, Sebastiano Tusa, presenteranno le “Nuove scoperte in grotta nella Valle dello Jato”. Il direttore del Gruppo Archeologico Finziade di Licata, Fabio Amato, illustrerà i nuovi dati scientifici emersi dalla recenti ricerche a largo dell’isolotto San Nicola, presso Licata. Nel convegno si parlerà delle attività di promozione e valorizzazione nel territorio di Gela, con il direttore del Gruppo Archeologico di Gela, Giuseppe La Spina e delle nuove scoperte nel sito di Cammordino – Coda di Volpe, a Sciacca, con il direttore del Gruppo Archeologico di Sciacca, Calogero Santangelo.

     Sempre sabato 31 ottobre (Sala Velia, ore 10), nell’ambito del convegno “La Preistoria del Mezzogiorno: nuove ricerche e scoperte”, a cura dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, ci sarà spazio anche per la presentazione di due siti siciliani. Il primo intervento riguarderà “Mursia (Pantelleria): il villaggio dell’età del bronzo, il muraglione difensivo e la necropoli monumentale”, con Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare della Regione Siciliana e i professori Massimiliano Marazzi, dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e Maurizio Cattani, dell’Università di Bologna. Il secondo intervento interesserà “La fortificazione e l’impianto urbanistico del villaggio dell’età del bronzo dei Faraglioni di Ustica”, con Francesca Spatafora, direttrice del Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas di Palermo. Ancora sabato 31 ottobre (Sala Velia, ore 14), infine l’incontro su “Camarina: valorizzazione e promozione di una città greca fra pubblico e privato”, a cura di Archeoclub d’Italia, con Vincenzo Piazzese, presidente della sede di Ragusa di Archeoclub d’Italia e Giovanni Di Stefano, direttore del Museo Archeologico Regionale di Camarina.

 

Paestum. Museo Archeologico Nazionale
Paestum. Museo Archeologico Nazionale

La BMTA

      La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, la mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali. È luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo e al patrimonio culturale. Con i suoi 100 espositori, la presenza di 20 Paesi esteri, 50 tra conferenze e incontri, è appuntamento per addetti ai lavori, operatori turistici e culturali, viaggiatori e appassionati, oltre che opportunità di business con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit e l’offerta del turismo culturale ed archeologico. L’evento, giunto alla XVIII edizione, si svolge dal prossimo 29 ottobre al 1 novembre, nelle suggestive location dell’area adiacente al Tempio di Cerere, del Museo Archeologico Nazionale e della Basilica Paleocristiana, all’interno del Parco Archeologico di Paestum, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1998.

Diverse le sezioni speciali: ArcheoIncontri, ArcheoLavoro, ArcheoStartUp, Incontri con i Protagonisti, Laboratori di Archeologia Sperimentale, Premio “A. Fiammenghi” per la migliore tesi di laurea sul turismo archeologico, Premio “Paestum Archeologia” per chi contribuisce alla valorizzazione del patrimonio culturale e la novità International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, riconoscimento alle principali scoperte archeologiche dello scorso anno intitolato al Direttore del sito archeologico di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale.

Per ulteriori informazioni: www.bmta.it


IL PROGRAMMA

La BMTA, oltre ad essere l’unico salone espositivo internazionale dedicato alla promozione del turismo archeologico – con 100 espositori di cui 20 Paesi Esteri (Paese Ospite l’India, Regione Ospite il Lazio) e 30 buyers europei – è assurta a punto di riferimento per importanti confronti istituzionali e incontri:

GIOVEDÌ 29 OTTOBRE

  • Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici in seduta straordinaria;
  • Prima uscita ufficiale dei 4 neodirettori dei Musei Archeologici a gestione autonoma del Sud Italia: Eva Degl’Innocenti Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Paolo Giulierini Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Carmelo Malacrino Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, Gabriel Zuchtriegel Parco Archeologico e Museo Nazionale di Paestum;
  • Risorse e strumenti per la cultura e lo sviluppo dei territori. La programmazione strategica del MiBACT tra fondi europei e risorse nazionali a cura del Segretariato Generale del MiBACT, con la partecipazione degli Assessori alla Cultura e al Turismo delle Regioni del Sud;

VENERDÌ 30 OTTOBRE

  • Poli Museali e Organizzazioni di Categoria per lo sviluppo delle destinazioni del Sud Italia a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Direzioni Generali Musei e Turismo, con la partecipazione dei Direttori dei Poli Museali del Sud e dei Presidenti di Assoturismo Confesercenti Claudio Albonetti e di Federturismo Confindustria Renzo Iorio;
  • La ricerca etno-archeologica in America Latina a cura del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, con gli interventi dei Direttori delle Missioni archeologiche di Argentina, Bolivia, Messico e Perù;
  • Distruzione del patrimonio culturale e disintegrazione delle identità con Stefania Battistini Giornalista Tg1 Rai, Caterina Bon Valsassina Direttore Generale Educazione e Ricerca MiBACT, Mounir Bouchenaki Consigliere Speciale del Direttore Generale Unesco e Direttore Arab Regional Centre for World Heritage, Ivan Grozny Giornalista reporter, Paolo Matthiae Archeologo e Mohamad Saleh Ultimo Direttore per il Turismo di Palmyra;
  • consegna dell’International Archaeological Discovery Award “Khaled Al-Asaad”, il Premio intitolato al Direttore del sito archeologico di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale, all’archeologa Katerina Peristeri per la scoperta della Tomba di Amphipolis in Grecia. La Borsa e Archeo, la prima testata archeologica italiana che nel 2015 celebra l’anniversario dei 30 anni, hanno voluto dare il giusto tributo alle scoperte archeologiche attraverso un Premio annuale assegnato in collaborazione con le testate internazionali media partner della BMTA: Antike Welt (Germania), Archäologie der Schweiz (Svizzera), Current Archaeology (Regno Unito), Dossiers d’Archéologie (Francia);
  • conferenza “#pernondimenticare il Museo del Bardo, 18 marzo 2015”, alla quale interverranno Alfonso Andria Presidente Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, Moncef Ben Moussa Direttore del Museo del Bardo, Mounir Bouchenaki Consigliere Speciale del Direttore Generale Unesco e Direttore Arab Regional Centre for World Heritage, Silvia Costa Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo, Stefano De Caro Direttore Generale ICCROM, Francesco Rutelli Presidente Associazione Priorità Cultura;

SABATO 31 OTTOBRE

  • la Borsa si conferma un’importante opportunità di business con il Workshop, in programma nella suggestiva location del Museo Archeologico, tra la domanda estera selezionata dall’Enit proveniente da 8 Paesi europei e l’offerta del turismo culturale;
  • negli “Incontri con i Protagonisti” si avvicenderanno tra la Basilica Paleocristiana e il Tempio di Cerere: Syusy Blady e Alberto Angela; Francesco Erbani, Matteo Nucci, Paolo Rumiz, Alessandro Scillitani e Luigi Vicinanza ne “Alla ricerca dell’archeologia perduta”; Mimmo Jodice e Pino Musi ne “L’archeologia interpretata dai grandi fotografi”; Eva Cantarella e Paola Villani ne “Il cibo dall’antichità ad oggi”;

DOMENICA 1 NOVEMBRE

  • ai piedi del Tempio di Cerere, Dei, Eroi, Socrate e Didone. Quando l’antico è pop con Cinzia Dal Maso, Giorgio Ieranò e Mariangela “Galatea” Vaglio e ABUSIVI SHOW Storie dell’Italia ferita di Roberto Ippolito raccontate con Viola Graziosi e il violino pop di Andrea Di Cesare;
  • conferenza Quale turismo sostenibile nei grandi attrattori culturali e nelle cittá metropolitane con Ignazio Abrignani Presidente Osservatorio Parlamentare per il Turismo, Luigi de Magistris Sindaco di Napoli, Costanzo Jannotti Pecci Presidente Confindustria Campania e Consiglio Direttivo Confindustria, Massimo Osanna Soprintendente per i Beni Archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia, Francesco Prosperetti Soprintendente per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area Archeologica di Roma, modera Vincenzo Chierchia Giornalista de Il Sole 24Ore.

La BMTA è anche innovazione: la Mostra ArcheoVirtual, fiore all’occhiello della Borsa, è da alcuni anni la nuova frontiera dell’archeologia virtuale, grazie all’ITABC Istituto Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR, che apre a incredibili possibilità in termini di diffusione di contenuti storici e scientifici: attraverso alcune originali produzioni virtuali (tra cui Labirinto di Versailles, il Foro romano di Augusto, l’Oppidium di Numancia e l’applicazione KIVI), i visitatori saranno catapultati nell’antichità, vivendo un’esperienza affascinante, unica ed originale.

Ampio spazio anche al mondo del lavoro e alla formazione, con le sezioni ArcheoStartup  (evento durante il quale verranno presentate le  nuove imprese culturali e i progetti innovativi nelle attività archeologiche) e Archeolavoro (l’orientamento post diploma e post laurea con presentazione dell’offerta formativa a cura delle Università presenti nel Salone). In quest’ultima sezione, il giovane Direttore del Parco e del Museo Archeologico di Paestum, il tedesco Gabriel Zuchtriegel, presenterà la figura professionale dell’archeologo.

Il Premio “Paestum Archeologia”, istituito nel 2005 ed assegnato a quanti contribuiscono con il loro impegno al dialogo interculturale, alla valorizzazione del patrimonio culturale, alla promozione del turismo archeologico, verrà consegnato a Francesco Rutelli Presidente Associazione Priorità Cultura, al Museo del Bardo di Tunisi, alla Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino e ritirato dal Direttore Christian Greco, ai Gruppi Archeologici d’Italia per il 50° anniversario dalla nascita.

La sezione ArcheoTeatro, a cura dell’Accademia Magna Graecia di Paestum con la direzione artistica di Sarah Falanga, proporrà rappresentazioni teatrali itineranti dal titolo “…dal presente al passato…e ritorno”, nelle quali il pubblico sarà “scortato dagli sguardi attenti di personaggi immortali” che troveranno vita nuova attraverso il racconto di loro stessi e dell’importanza che hanno assunto nella storia dell’uomo. Nei giorni 29, 30 e 31 ottobre si svolgeranno, poi, workshop di orientamento e formazione su: storia del teatro antico, elementi di dizione e recitazione, mimo e linguaggio del corpo. Sabato 31 ottobre alle 19 ai piedi del Tempio di Cerere andrà in scena lo spettacolo teatrale “Medeae… da Euripide in poi”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.