48 auto blu per Angelino Alfano a Catania

di Luigi Asero

La notizia la apprendiamo da Massimo Malerba che su “il Post Viola” racconta l’incredibile sfilata di auto blu e gentiluomini potenti e potentini tutti alla corte di Angelino Alfano, giunto “improvvisamente” nella serata di ieri 29 settembre, a Catania per un party privato (ma neanche tanto…).
Gli “impegni istituzionali” del ministro Alfano sembra fossero ben due: la festa di San Michele Arcangelo e un party privato. Con lui il sindaco di Catania, Enzo Bianco e il capo della Polizia, Alessandro Panza. Per lui, in piazza Duomo davanti a Palazzo degli Elefanti ben 48 auto blu e un centinaio di agenti fra Polizia, Carabinieri, Polizia Locale, cecchini sui tetti.
Uno schieramento di “forze” in campo degno del Presidente degli Stati Uniti d’America.
Il ministro Alfano ha dichiarato: “Vorrei sottolineare che la presenza qui, non mia, ma della polizia, è un omaggio ad una città dal cuore grande che ha sempre accolto migranti vivi e morti non avendo nessun egoismo e mostrando la sua generosità prima che vi fosse la svolta europea”.

Immancabili i disagi per i residenti (anch’essi dal “cuore grande”), alcuni dei quali si sono ritrovati le auto forzatamente rimosse con un avviso posto nelle vie adiacenti soltanto nella mattinata. Rimozione che è costata ben 147 euro.
Cui aggiungere un po’ la rabbia per dei privilegi che ormai nessuno, nemmeno a parole, vuol più togliere. La domanda resta sempre: ma se il consenso fosse quello dichiarato dai sondaggi ci sarebbe la necessità di un centinaio di agenti e 48 auto blu per i vari partecipanti?
Sicuramente ci saranno buoni motivi per questo schieramento degno, ripetiamo, del Presidente USA, ma forse sulla “questione sicurezza” qualcuno non la racconta “giusta”.

VIDEO:

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.