Non lamenti ma disorientamento

effetti collaterali delle pubblicazioni ufficiali sicule

di Guido Di Stefano

  Sempre più gli atti pubblici ufficiali sono impreziositi dai termini stranieri. Si dice da più parti che non esistono adeguati termini in italica lingua (o non si conoscono?) e che in ogni caso serve a “sveltire” il nostro lavpro. Sveltire che cosa? Non sembra proprio considerando i tempi “sonnolenti” che necessitano per l’emanazione e/o la pubblicazione di molti atti; qualcuno potrebbe “malignare” con l’espressione “tempi burocratici”; noi volgiamo il nostro pensiero al peso delle duecentomila leggi circa (tenuti presenti decreti, circolari, direttive, estemporanei atti d’imperio, regolamenti europei (leggi)  e “ad abuntantiam”  anche locali), nonché agli imperituri e onnipresenti  misteri e segreti della “politica” che (scusateci la qualificazione) politicizzata.

   Ci rattrista pensare che tanta profusione di barbarismi possa essere interpretata come atto di totale sottomissione ai neo-colonizzatori e come “festosa” dichiarazione di capacità di apprendimento  e di ricettività di ammaestramento.

   Chissà se ci scapperà il dolcino gratificante!

   Quanto ai tempi si può affermare che nella loro variabilità sono anche “reali”.

   Scorriamo prima  le pubblicazioni  sul sito istituzionale  del “Dipartimento del bilancio e del tesoro – Ragioneria generale della Regione”.

   Così, tanto per “scaldarci” riportiamo sinteticamente un decreto dirigenziale “sanitario”, come segue.

D.D. (S) 1840 del giorno 10/08/2015  – ” anticipazione fsn mese di giugno Accertamento e impegno ” capitoli 4219-215217 euro 197.023.424,61 … omissis … VISTO il modello telematico dell’8 Giugno 2015 dal quale risulta accreditata sul conto corrente n. 306694 a favore della Regione Sicilia, la somma di euro 197.023.424,61, per anticipazione mensile S.S.N.- mese di Giugno;

VISTO il decreto n. 1450 del 23/6/2015 con il quale è stata iscritta nel bilancio della Regione Siciliana, per il corrente esercizio finanziario, la complessiva somma di € 197.023.424,61 in entrata nel capitolo 4219 e nella spesa nel capitolo 215217;… omissis …D E C R E T A

Art. 1 – Per le finalità indicate in premessa, è disposto l’impegno di spesa di € 197.023.424,61, nel capitolo

215217 e l’accertamento di entrata di uguale importo nel capitolo 4219 del bilancio della Regione Siciliana

per l’esercizio finanziario 2015.

Art.2 – Al pagamento ed al versamento si provvederà mediante emissione di un mandato diretto speciale di

€ 197.023.424,61 da estinguersi, a norma dell’art. 408 del R.D. 23 maggio 1924, n. 827, mediante semplice

registrazione delle scritture, con imputazione nella spesa al capitolo 215217/competenza e in entrata al

capitolo destinato a chiusura dell’anticipazione.

Art.3 – La somma di € 197.023.424,61 relativa all’anticipazione del FSN del mese di Giugno, da accertare

nel capitolo 4219 – Capo 11 del bilancio della Regione Siciliana, per l’esercizio finanziario 2015, è da

intendersi interamente riscossa e versata.

Il presente decreto sarà pubblicato per esteso, ai sensi del comma 5 dell’art. 68 della Legge regionale

21/2014 e successive modifiche ed integrazioni, sul sito Internet della Regione Siciliana e trasmesso alla

Ragioneria Centrale Economia per il visto di competenza. … omissis …

    Velocemente citiamo che quattro decreti emanati nella settimana scorsa (giorni sei e sette) hanno trovato pubblicazione nella corrente settimana (esattamente nei giorni dieci e undici).

   Altrettanto velocemente possiamo quantificare le variazioni di bilancio della settimana (dal 10 al 14 agosto) lette in un totale (sotto le varie diciture) superiore a Euro 4.000.000,00: non eccessivo confrontato con altre settimane.

    Passando alla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana – Parte Prima, n. 33, del 14 agosto 2015 ci imbattiamo in uno stormo di decreti dirigenziali emanati nel mese di giugno 2015, che brevemente stralciamo e presentiamo.

ASSESSORATO DELLA SALUTE

Accreditamento provvisorio di provider ECM.

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico n. 970 del 5 giugno 2015, sono stati accreditati provvisoriamente quali provider ECM regionali i seguenti enti con i rispettivi numeri identificativi: Comunità terapeutica assistita CTA Sant’Antonio s.r.l. …  ID 387, Centro Studi culturale L. Sciascia … ID 458, C.I.R.S. onlus di … ID 476. Il decreto sarà efficace solo dopo il pagamento del contributo previsto dal DA n. 1051 dell’8 giugno 2015. I provider accreditati saranno inseriti nell’elenco … omissis ….

Provvedimenti concernenti revoca dell’accreditamento provvisorio di provider ECM.

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1047 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM ad Area s.r.l. … , rilasciato con D.D.G. n. 248 del 5 febbraio 2013. … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1049 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM all’associazione culturale Centro Studi Ibleo …), rilasciato con D.D.G. n. 1302 del 4 luglio 2013. … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1050 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM al C.U.R.S. – Compagina Universitari Ricerche Sociali soc. coop. di …, rilasciato con D.D.G. n. 2183 del 20  novembre 2013 . … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1051 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM al Comitato provinciale C.I.D.E.C. di … rilasciato con D.D.G. n. 2405 del 9 novembre 2012. … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1055 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM a Demosphera, …, rilasciato con il D.D.G. n. 1601 del 3 agosto 2012. … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1056 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM a “Mondo Vacanze s.r.l.”, …, rilasciato con D.D.G. n. 1781 del 7 settembre 2012. … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1057 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM all’Ente “Eureka”, … ,  rilasciato con D.D.G. n.1302 del 4 luglio 2013. … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1059 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM all’Istituto Siciliano Studi Ricerca e Formazione – … , rilasciato con D.D.G. n. 1776 del  24 settembre 2013 . Si provvederà alle dovute comunicazioni per la cancellazione dall’Albo nazionale e regionale dei provider accreditati.

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1060 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM ad Ispeme Servizi soc. coop. … rilasciato con D.D.G. n. 1601 del 3 agosto 2012. Si provvederà … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1061 del 17 giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM a Pronto Turismo … , rilasciato con D.D.G. n. 1781 del 7 settembre 2012. Si provvederà alle … omissis …

*Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico n. 1062 del 17  giugno 2015, è stato revocato l’accreditamento provvisorio in qualità di provider regionale ECM all’Associazione il Progetto, …, rilasciato con D.D.G. n. 248 del 5 febbraio 2013. Si provvederà alle dovute comunicazioni per la cancellazione dall’Albo nazionale e regionale dei provider accreditati.

 

   Conoscere più lingue è un bene condivisibile; cancellare o dimenticare la propria è un male non condivisibile.  E il tempo “reale” (usato bene) è una conquista. Altri hanno un migliore tempo “reale”: chissà perché! Altri popoli poi, altre nazioni difendono la propria identità linguistica come la loro vita. Noi purtroppo non brilliamo in “difesa”! Ma siamo veramente una (unica) nazione? Siamo un popolo (unito e solidale)?

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.