Il prestigioso titolo di “Champion Bruiser” a Luca Lombardo

di Nello Cristaudo

Luca Lombardo, 22 anni, di Francavilla di Sicilia,  ha conquistato nei giorni scorsi a Giardini Naxos  il prestigioso titolo di “Champion Bruiser”  imponendosi. al primo round, sul temibile  avversario Gino  Coriolano.

Luca Lombardo 3Il giovane atleta della disciplina Boxe Thailandese , più comunemente conosciuta come  “Muay-Thai”, in maniera sbalorditiva, ha dato sfoggio delle sue potenzialità, nell’ambito della prima edizione del “Naxos Fight”, organizzata  da Matteo Sciacca (ex campione mondiale della specialità nonché allenatore del Lombardo che è componente del suo team il “Pitbull Gym”) sbalordendo il folto pubblico convenuto per la gara regionale. Non è la prima volta che il giovane francavillese si impone in competizioni del genere, che in due anni di duro  allenamento, ha fatto conoscere il suo nome rendendo lustro alla cittadina dell’Alcantara.

Il “Muhai – Thai”,  in occidente più conosciuto come Boxe Thailandese, da due millenni è lo sport nazionale del paese asiatico, ma al contempo è anche una scienza, in cui magia, spiritualità, coraggio e sfida si uniscono per dare vita a una vera e propria forma d’arte. Lo sport ha tutto un suo rituale che lo spettatore può osservare non appena ha inizio il combattimento: gesti, saluti, movimenti lenti e armoniosi che terminano con l’atleta che va verso il proprio maestro con le mani congiunte davanti al viso. Un lungo momento magico che ti tocca le corde più profonde dove sport e spiritualità sono un tutt’uno.  Ma poi inizia il combattimento e il misticismo viene sostituito da forza, prontezza di riflessi, agilità, velocità, agonismo estremo. E via tutta una serie di pugni, calci, gomitate facendo divenire il corpo una vera e propria arma micidiale tramite la quale ci si difende e si attacca con grande determinazione e altrettanta correttezza.

«Sono estremamente fiero di Luca – sottolinea il suo maestro Matteo Sciacca – perché è sicuramente uno degli atleti più promettenti che abbiamo nella nostra isola. L’anno scorso ha trionfato in ben sei match su otto disputati in diverse località siciliane, tra cui all’importante “Super Prestige Fight” di Messina. Quanto prima sarà pronto per affrontare competizioni ancora più prestigiose, anche a livello nazionale».

Luca Lombardo 2Parlando, poi, in una conversazione  molto cordiale dalla quale  emergono l’umiltà e i valori dell’atleta, Luca Lombardo ci dice : «quella di Giardini Naxos è stata per me una serata unica ed indimenticabile, che porterò sempre nel mio cuore e nei miei ricordi. Ringrazio infinitamente il mio master e punto di riferimento Matteo Sciacca per avermi dato la possibilità, in questi anni, di crescere e migliorare. Ma sono grato anche alla mia famiglia che crede in me e mi segue sempre . Ancora comunque– conclude il giovane thaiboxer francavillese con profonda umiltà – non mi sento un campione: la strada per diventarlo so che è lunga e faticosa, ma farò un passo alla volta». Anche altri sportivi del team “Pitbull Gym”, nel corso della serata, hanno riportato eccellenti vittorie tra cui la giovane donna  francavillese Federica Campo, dimostrando grinta e tenacia,  Gabriele Pafumi e Andrea Bordonaro.

Ci piace concludere con le dichiarazioni forniteci dal fratello dell’atleta, Mirco Lombardo, che da Verona dove risiede e lavora, ha seguito l’iter sportivo-formativo di Luca: “ Che  dire , complimenti … Portare a casa una cintura il giorno del suo compleanno credo valga doppio… Fisicamente non ero lì, ma mentalmente ero accanto a mio fratello. Mi riempie di gioia la sua vittoria ed ho avuto una soddisfazione unica.” Conclude  dicendoci : “ Faccio tantissimi auguri a Luca, vederlo raggiungere questi traguardi mi riempie di orgoglio e di felicità. Un fratello è qualcosa di speciale  con il quale si instaura un legame affettivo  così forte che va oltre le cose materiali. Con lui ho condiviso e, tuttora ho in comune, la passione per questo sport e spesso, quando sono dai miei, ci dilettiamo in combattimenti casarecci. Di nuovo felicitazione al mio grande fratello Luca”. Valori ben trasmessi dai genitori che sicuramente hanno saputo fornire ad ambedue i figli gli strumenti utili per inserirli a pieno titolo in una società dove spesso, questi valori, vengono rilegati …all’angolo sopraffatti dall’unico mito, il dio denaro.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.