Mario Venuti conclude la stagione al MA di Catania

Mario Venutidi Michele Creazzola

La decima stagione del MA Musica arte si avvia alla conclusione con il concerto di Mario Venuti sabato 9 Maggio, l’ultimo appuntamento con “No Ordinary Sunday” domenica 10 Maggio e le ultime tre giornate di repliche de “La confessione” di Walter Manfrè da martedì 1 a giovedì 14 Maggio

Mario venuti al centro di una conclusione degna di nota per la decima stagione del MA di via Vela a Catania. Dopo il successo di partecipazione con Mario Incudine al concerto del Primo maggio a Roma il cantautore torna, a grande richiesta, a calcare il palco del club musicale etneo. Presenterà una nuova scaletta accompagnato dai suoi musicisti Pierpaolo Latina alle tastiere, Filippo “fifuz” Alessi alle percussioni, Antonio Moscato al basso, Donato Emma alla batteria e Luca Galeano alla chitarra. L’artista siciliano presenta “Il tramonto dell’occidente” album uscito lo scorso autunno scritto e musicato interamente con Kaballa e Francesco Bianconi dei Baustelle. Il nuovo lavoro discografico rivela un Venuti musicalmente più essenziale e diretto nei testi. Lo si evince dalle tracce caratterizzanti il disco “Ventre della città”, “Passau a cannalora” in lingua catanese, “I capolavori di Beethoven”. Abbandonati i raffinati ermetismi il cantautore si rivolge all’ascoltatore senza troppe metafore e giri di parole. Una scelta autoriale ben precisa e voluta per questa nuova produzione che, per certi versi, ha diviso i suoi ascoltatori. Che lo si preferisca più “romantico” o più “ermetico” o in questa versione essenziale resta il fatto che Mario Venuti è un cantautore originale che si porta dietro un bagaglio di esperienza ultratrentennale, in parte come voce dei “Denovo” poi come solista. Non mancherà di entusiasmarci col concerto di questa sera al MA.

Dopo il live il consueto after show con i dj’s Fabio Ruggero e Nino Costantino.

Domani sera per il “No Ordinary sunday” sarà la volta del duo “La strana coppia” con Alessandro Falcione alla chitarra e <francesco Russo al pianoforte in sala birreria.

Per concludere al meglio questa fortunata stagione il teatro sperimentale con lo spettacolo “La confessione di Walter Manfrè” esperimento teatrale che gioca sull’umana curiostà di spiare i peccati degli altri. Lo spettatore uomo diventa confessore di una peccatrice donna, di conseguenza le donne diventeranno ascoltatrici di peccati degli uomini. In scena ci sono due file con dieci inginocchiatoi. Da un lato siedono i confessori muti, dall’altro i personaggi “peccatori” tra cui spicca, nel ruolo del “ prete folle”, l’attore Andrea Tidona.

Lo spazio dell’arte curato da Francesco Russo e Simona Di Bella ospiterà, fino al 10 Maggio, la mostra del fotografo Davide Di Pasquale “Made in China”. Come di consueto lo chef Carlo Borghini presenterà al pubblico tutte le novità culinarie del momento, il sushi e lo street food.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.