Il Catania batte la Ternana 2-0, adesso sogna i playoff

ct-trdi Sabrina Redi

37esima giornata di Serie B. Il Catania vince in casa contro la Ternana e risale la classifica senza fermarsi. Gli etnei hanno conquistato la quinta vittoria consecutiva e adesso possono guardare anche alla zona playoff. La squadra siciliana ha giocato l’anticipo del venerdì alle 19 allo stadio Angelo Massimino contro la squadra umbra con la quale condivideva la posizione in campionato.

Dario Marcolin ha schierato un 4-3-1-2 con: Gillet, Del Prete (dal 43 s.t. Sauro), Ceccarelli, Schiavi, Mazzotta, Escalante, Rinaudo, Coppola (dal 38 s.t. Odjer), Rosina, Calaiò, Maniero (dal 17 s.t. Castro). Attilio Tessier tecnico della Ternana ha scelto un 3-5-2 con: Brignoli, Dianda (dal 20 s.t. Crecco), Janse, Valjent, Fazio, Vitale, Gavazzi, Viola (dal 31 s.t. Falletti), Eramo (dal 10 s.t. Palumbo), Avenatti, Ceravolo.

La squadra ospite ha cercato di controllare bene la partita, fino allo scadere del primo tempo, quando gli etnei sono passati in vantaggio con Riccardo Maniero (è il settimo gol con la maglia del Catania).

L’attaccante rosso azzurro già verso metà gara era stato atterrato da Janse, senza ottenere il calcio di rigore dall’arbitro Davide Ghersini di Genova. Al 45esimo però il numero sette del Catania ha approfittato di un cross di Rosina deviando la palla al volo in rete. Nel secondo tempo gli uomini di Marcolin hanno pensato soprattutto a neutralizzare qualsiasi reazione degli avversari. Infatti, al quarto minuto Gillet ha dovuto sventare un tentativo su un tiro cross. All’ottavo è stato Gavazzi a sfiorare il pareggio, ma la palla è andata oltre la traversa. Al 17esimo Maniero esce lasciando il posto a Lucas Castro. Che al minuto 31 della ripresa supera Brignoli dopo aver ricevuto palla da Calaiò su assist di 30 metri.

Il Catania sale a quota 47 punti, in attesa che giochino le altre squadre sabato alle 15, inizia a pensare alla corsa per i playoff. Nonostante l’allenatore etneo non voglia parlarne: “Aspettiamo domani, ora recuperiamo le forza in vista di Bologna. Dalla sfida contro l’Avellino certamente è scattato qualcosa. Non dico che ci crediamo, ma guardo in alto”.

E adesso il tecnico rosso azzurro si concentrerà sul prossimo turno di campionato, in programma lunedì sera in trasferta. Marcolin dovrà fare a meno di Del Prete che è stato ammonito ed essendo diffidato sarà squalificato per la prossima gara. “Questa vittoria ci dà un po’ di benzina per guardare in alto. Ho la fortuna di allenare giocatori forti, ma è il sacrificio di ognuno di loro che mi permette di schierare tanti giocatori offensivi insieme. Manteniamo i piedi per terra, in questo momento la forma mentale e fisica stanno facendo la differenza”, ha concluso il mister.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.