Derby siciliano, il Catania cala il poker al Trapani

ct-tpdi Sabrina Redi

35esima giornata di Serie B

Il Catania porta a casa il derby siciliano giocato contro il Trapani in casa. Gli etnei hanno rifilato un secco 4-1 ai granata che erano anche andati in vantaggio nel primo tempo. Dario Marcolin si è affidato a un 4-3-1-2, non avendo a disposizione per squalifica Odjer, con: Gillet, Schiavi, Ceccarelli, Del Prete, Mazzotta, Rosina, Rinaudo, Sciaudone, Castro, Maniero, Calaiò. Serse Cosmi per il Trapani, essendo senza Rizzato e Curiale, ha scelto lo stesso modulo: Gomis, Perticone, Pagliarulo, Terlizzi, Daì, Scozzarella, Ciaramitaro, Barillá, Falco, Abate, Malele.

Nel primo tempo le due squadre hanno cercato più che altro di studiarsi, fino a quando il risultato si è sbloccato in favore della squadra ospite. L’arbitro Gavillucci della sezione di Latina ha concesso, infatti, un calcio di rigore al Trapani al settimo minuto per fallo di mano di Rinaudo.

È stato Terlizzi, ex della partita, a siglare dal dischetto il gol trapanese. Dopo però è il Catania ad emergere per reagire allo svantaggio. Creando un paio di occasioni importanti soprattutto con Del Prete che al 27esimo del primo tempo per una disattenzione tira dal vertice basso dell’area granata ma Gomis non ha problemi a neutralizzare il tentativo. Qualche secondo dopo è sempre il calciatore del Catania a trovare la stessa situazione che però non regala il pari. Al 38esimo arriva anche un contropiede del Trapani con Barillà, il quale davanti la porta trova un attento Gillet che mette la palla in calcio d’angolo. Nel finale del primo tempo il portiere del Trapani sventa una possibile azione da rete della coppia Maniero-Calaiò.

Il secondo tempo cambia completamente. Al quarto minuto della ripresa Rosina calcia una punizione nel mezzo e trova pronto Schiavi a colpire la palla in rete. Dopo il pari, arriva per i rossoazzurri anche il raddoppio con l’autorete di Terlizzi al sesto minuto. La partita del Trapani finisce quando l’arbitro esce il secondo cartellino giallo per Ciaramitaro al 15esimo(st). La squadra granata resta in dieci e due minuti dopo arriva il terzo gol dei ragazzi di Marcolin con Castro, che accentrandosi dalla sinistra tira sul secondo palo. Infine a mettere l’ultimo sigillo su questa importantissima vittoria è di nuovo Schiavi. Il difensore etneo su calcio piazzato al 45esimo del secondo tempo realizza una doppietta. Il giocatore nel finale di partita è stato elogiato dal suo allenatore, Marcolin: “Sono contento per Schiavi, la grinta che ha l’ha premiato con una doppietta”.

Il successo del Catania è fondamentale in ottica salvezza, soprattutto perchè la squadra siciliana sale a 41 punti insieme al Latina, prossima avversaria di campionato domenica 19 aprile alle ore 15. Gli etnei si lasciano alle spalle Crotone, Pro Vercelli e Entella a 40 punti, Cittadella 39, Brescia 32, Varese 28; e non solo perché vincendo in casa oggi si sono portati a -1 dal Trapani e dal Modena.

Il tecnico rossoazzurro alla fine della gara ha commentato proprio la prestazione dei suoi ragazzi: “Siamo partiti male, ed è stato un peccato perchè avevamo preparato benissimo la gara. Nella ripresa siamo usciti e abbiamo fatto ottime cose. Un momento importante ma non dobbiamo pensare di aver fatto chissà cosa. Le palle inattive sono una risorsa importante su cui lavoriamo costantemente, ma ciò che mi è piaciuto è l’atteggiamento dei ragazzi nel secondo tempo”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.