La Voce della Rete: La Santa Croce dei processi mediatici

>>>ANSA/BIMBO UCCISO: STRISCIONE DAVANTI SCUOLA, "GIUSTIZIA PER LORIS"Il miglior commento possibile sulla vicenda di Santa Croce Camerina non si trova sui giornali o sulle tv nazionali, ma su Fb. E lo scrive ieri una vecchia conoscenza della cronaca giudiziaria italiana, Sergio Scandura, inviato di Radio Radicale e tra i responsabili di una rubrica storica dell’emittente, lo Speciale Giustizia, che ha numerosi fan in ambito giudiziario. E non solo:

“Prima c’era l’orco pedofilo. Poi non c’è più l’orco pedofilo. Prima c’era il cacciatore. Poi è svanito il cacciatore ed è rimasta la selvaggina. Prima dissero che la madre lo ha lasciato a scuola: e portarono sul posto perfino i cani “molecolari” che ne trovarono le tracce per un tot dalla scuola, lungo le vie di Santa Croce Camerina. Poi ci dissero che dalla scuola non è mai passata. Oggi l’avvocato, all’uscita dalla procura per l’interrogatorio, dice che dalla scuola la madre di Loris c’è passata, eccome, perché ci stanno pure le testimonianze. Poi assicurano che la scena del delitto è stata incontaminata ma dalle riprese tv abbiamo visto tutti in questi giorni l’andirivieni che manco i pellegrinaggi per la Sindone a Torino con gente a vario titolo senza tuta integrale alcuna: scordatevi quindi robe alla CSI. Poi c’erano gli slip ma non erano quelli. Poi venne il formidabile momento dell’autopsia: che ritengo essere centrale non foss’altro per l’evoluzione tutta sua. L’autopsia inizia domenica 30 novembre e viene interrotta alle 17 del pomeriggio, viene ritenuta non esaustiva ma si fa sapere che intanto di visibile c’è solo una ecchimosi su uno zigomo. Il giorno dopo riprende l’autopsia (e sono passate già le 48 ore necessarie a non perdere l’80% delle tracce utili per un caso criminale) e il procuratore convoca una conferenza stampa per annunciare che la morte di Loris è dovuta ad asfissia per strangolamento. Facciamo finta che CSI non lo guardiamo e non sappiamo affatto che simili segni si palesano a prima vista e per fortuna che prima c’era solo lo zigomo. Passano tre giorni dal primo autoptico e viene poi detto che lo strangolamento è stato fatto con un laccio. Poi ci sono le insegnanti con la storia delle fascette e allora, contrordine, non è laccio ma una fascetta. Ovviamente siamo tutti convinti dell’esperienza del medico legale e giammai si pensi, dica e scriva che possa essere il suo primo caso di autoptico su un omicidio perché il ragusano – al di là del mito di Montalbano – non è poi così stato terra di copiosi delitti. Giammai. Giammai si scriva, pensi e dica che ci sia magari stata un’accelerazione a causa delle telecamere (e non è di quelle stradali usate per le indagini che si parla). Giammai. Questo perché le “incongruenze” sono solo della madre di Loris, giusto? Piuttosto. Giammai si pensi, scriva e dica che le “incongruenze” siano invece anche dell’indagine. Giammai. ‪#‎scordateviCSI‬>>>ANSA/BIMBO UCCISO: STRISCIONE DAVANTI SCUOLA, "GIUSTIZIA PER LORIS"

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.