Bilancio forever nell’isola che non c’è

numeriDi Guido Di Stefano

Ha riacceso le nostre speranze una grande scoperta: esistono giudici che processano e condannano i pubblici “amministratori” per reati dai nomi “fantascientifici” quali abuso e falso il bilancio, falso ideologico, corruzione. Albergano e “castigano” in Calabria ed anche qui da noi.  E quando non può proprio esimersi (certamente non sponte sua) il condannato si dimette dalla carica elettiva.

Incredibile ma vero! Succede ancora che il denaro pubblico e il bilancio pubblico hanno dei tutori; sarebbe perfetto se il loro intervento venisse “stimolato” repentinamente, non fosse altro che per evitare la reiterazione degli “errori”.

Sinceramente ci aspettavamo che alla pubblicazione del ricorso del Commissario dello Stato avverso la delibera legislativa approvata dall’Assemblea regionale siciliana il 15 gennaio 1914, recante “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2014 – Legge di stabilità regionale” seguisse l’attenta lettura dello stesso da parte degli organi di “vigilanza” e di tutti gli organi superiori, nessuno escluso; e che qualcuno si attivasse nei modi e nei termini di legge e di costituzione, magari dopo un’attenta rivisitazione degli atti legislativi direttamente ed indirettamente connessi.

Ma si sa: i piccoli vanno controllati e redarguiti immediatamente; per i grandi si medita.

In ogni caso a tempo perso (come si suole dire) abbiamo iniziato a dedicarci alle “variazioni al bilancio della Regione e al quadro delle previsioni di cassa per l’esercizio finanziario 2014”.

E stupite: alla finanziaria (Legge regionale n.5/2014) e bilancio (Legge regionale n. 6/2014) datati 28 gennaio 2014 ed annunciati con gli allegati in Gazzetta il 31 gennaio (e ripubblicati con le note in data 14 marzo 2014)   nel “prolifico” mese di febbraio sono seguiti ben 18 (salvo errori e distrazioni) “variazioni” di cui 10 già descritte ed otto di seguito riportate, come indicate nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana  del 28 marzo 2014, n. 13.

1)  DECRETO 26 febbraio 2014. (2014.10.591)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014 . . . . . . . . pag. 11 (Nuova istituzione) 416536 ECM – Programma di accreditamento della Regione siciliana           (+)     21.522,27 Codici: 02.02.10. 07.05.00 V   21.522,27 D.lgs. n. 502/92

2)    DECRETO 26 febbraio 2014. (2014.10.593)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . . pag. 13  215703 Fondo di riserva per la riassegnazione dei residui passivi di parte corrente, eliminati negli esercizi precedenti per perenzione amministrativa, e per la utilizzazione delle economie di spesa, ecc. . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                   (-)         2.143.606,53

(somma variamente distribuita, con  1.819.902,00  al capitolo (Nuova istituzione) 413337 Spese per l’assistenza sanitaria per gli stranieri non iscritti al servizio sanitario nazionale)

3) DECRETO 27 febbraio 2014. (2014.10.594)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . . .  pag. 14 U.P.B. 10.5.1.3.99 – Interventi diversi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                      (+)            49.790,32

di cui al capitolo (Nuova istituzione) 155814 Spese per l’attuazione in Sicilia del Progetto LIFE+ 2011 NAT/IT/232 “Ripristino degli habitat dunali nel paesaggio serricolo del golfo di Gela per la salvaguardia di Leopoldia gussonei”+ 20.720,00 Reg. CEE n. 614/2007

(Nuova istituzione) 155815 Spese per l’attuazione in Sicilia del Progetto LIFE+ 2011 ENV/IT/168 “Making public good provision the core business of Natura 2000”    + 5.304,72 Reg. CEE n. 614/2007

(Nuova istituzione)1 55816 Spese per l’attuazione in Sicilia del Progetto LIFE+ 2011 NAT/IT/000093 “Conservation of the main European population of Calonectris diomedea and other birds on PelagicIsland”  + 23.765,60           Reg. CEE n. 614/2007

4) DECRETO 27 febbraio 2014. (2014.10.585)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . .  . . pag. 16                    (+) 6.830.227,11    L. 448/1998

5) DECRETO 27 febbraio 2014. (2014.10.592)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . . . . . pag. 18        3675 Entrate derivanti dal programma di Enpi CBC Med, progetto STM – MED Small Scale Thermal Solar District Unitis for Mediterranean Comunities  P.M.         Reg. CEE n. 951/2007

6) DECRETO 27 febbraio 2014. (2014.10.589)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . .  pag. 19        812012 Interventi per la realizzazione di strutture dedicate all’assistenza palliativa e di supporto per i pazienti affetti da patologia neoplastica terminale . . . . . . . . . .                     (+) 140.110,07               D.L. n. 450/98, art. 1, comma 1

7) DECRETO 27 febbraio 2014. (2014.10.597)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . .  pag. 20        516007 Recupero e conservazione di edifici di culto e di interesse storico, artistico e monumentale, con particolare riguardo al patrimonio barocco della Val di Noto . . . . (+)       3.752,56

8) DECRETO 27 febbraio 2014, (2014.10.590)017 – Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . .  pag. 21 (Nuova istituzione) 550049 Spese per la previsione, la prevenzione e la lotta attiva contro gli incendi boschivi . . .              .                                                                                                                            (+) 378.008,92 

Il DECRETO 27 febbraio 2014, (2014.10.592)017, “mondo” di una reale quantificazione monetaria, ci ha richiamato alla memoria il  precedente DECRETO  18 febbraio 2014, (2014.8.477)017- che, quale variazione in euro, reca, comprensibilissima per tutti e determinatissima, la citazione della Legge 296/2006 art. 1, comma 796 (a sua volta suddiviso in tutti i sottocommi elencabili dalla “a” alla “z”, parecchi a loro volta ripartiti in ulteriori “sub” numerici.

Meno male che esiste la trasparenza!

In definitiva a quanto ammontano in valore assoluto le variazioni, atteso che i due decreti appena citati sono infinitamente indefiniti? Sono dell’ordine di 600.000.000,00 euro? 1 miliardo di euro? 2 miliardi di euro? Di più? Quali sorprese ci sono riservate? Quanti buchi e con quali dimensioni?

Senza dubbio il bilancio è “forever”     , perché stabile, nell’isola che non c’è; a termine, perché ballerino ed in apnea, nell’isola che c’è.

Forse ci è sfuggito qualche nuovo adagio liberal-politico del tipo: “al contribuente non far sapere se e quando cadrà nel braciere”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.