Tutti (?) a Milo per ricordare Lucio Dalla. Ma senza la sua grazia

lucio-dalladi Valeria C. Giuffrida

Talune volte quando si decide di non fare una qualunque cosa, dalla più piccola alla più grande, bisognerebbe ascoltare il proprio istinto. Il mio istinto, sesto senso, definitelo come meglio vi aggrada, mi diceva di non andare all’omaggio organizzato a Milo per Lucio Dalla. Avrei  fatto bene ad ascoltare la famosa vocina. Ma si sa, il grillo parlante non ha mai vita facile, ed ecco che mi ritrovo a Milo.

Già l’inizio è pessimo, secondo gli organizzatori in quanto fotografo e giornalista, dovrei fare una fila di chilometri per ritirare il mio accredito. Ovviamente la sottoscritta non ci pensava neanche, così mentre molti miei colleghi a testa china entravano dall’ ingresso artisti, la sottoscritta rimaneva fuori per essere stata troppo educata ed aver detto: “sono della stampa”.

Poi visto che siamo in Sicilia e da Siciliana dichiaro che noi siamo pessimi organizzatori di eventi,  adeguandomi alla situazione, inizio a reclamare i miei diritti e finalmente accedo all’anfiteatro, i pass non si sa che fine hanno fatto e mai lo sapremo.

Ovviamente sono stati venduti il quadruplo dei posti a sedere disponibili e pertanto inizia la bagarre dei posti. Gli organizzatori sono stupiti, ma i biglietti chi li ha venduti? E quanti “amici di” erano presenti gratis?

Queste sono le occasioni in cui vorrei essere di altra nazionalità.

Per cui tantissime persone finiscono sedute per terra a ridosso del palco, si occupano anche le scale, tanti rimangono in piedi e per la gioia di tutti anche il Sindaco inizia a distribuire sedie ai pochi fortunati che arrivano ad accaparrarsi un posto.

Altro capitolo, la gentilezza del Sig. Red Ronnie, conduttore della serata, che ha da ridire su tutto e su tutti. “Carissimo Red, per presentare una serata per Lucio, bisogna avere almeno un decimo della sua gentilezza e del suo amore per il prossimo, caratteristiche che, mi dispiace dirtelo non fanno parte del tuo DNA”.

Ecco che il Sig. Red Ronnie ne ha per tutti perché nel caos della ricerca del posto a sedere tutti  passano davanti alla telecamera atta a mandare le immagini dell’omaggio in rete e nella piazza di Milo.

Nessuno, però, ha pensato alla cosa più ovvia, ovvero mettere una bella pedana sotto la telecamera come si farebbe in qualsiasi manifestazione degna di questa denominazione, una telecamera ad altezza uomo, per logica, caro Sig. Red Ronnie, viene impallata dal passaggio delle persone. Ci scusi tanto se in Sicilia non siamo tutti nani.

Le disorganizzazioni prolificano per tutta la serata, chi deve lavorare soprattutto se fotografo o cameraman viene impedito nelle sue mansioni da presunti  uomini della sicurezza, che per tutta la sera non distinguono un professionista da uno che fotografa col cellulare.

Le performance, purtroppo, pur belle finiscono in secondo piano, almeno per gli addetti ai lavori costretti ad una fatica immane per poter fare una cosa semplice “il proprio lavoro”.

Picco massimo della serata è il duetto di Noemi con Franco Battiato che interpretano insieme “La Cura”, un momento davvero toccante e molto bello.

A Noemi ed Enrico Ruggeri, va il premio disponibilità. La prima oltre ad essere un’ interprete favolosa, ha nel dna quella disponibilità al sorriso ed al porgersi agli altri che era proprio di Lucio, senza divismi.

Enrico, per chi ha avuto la fortuna  negli anni, d’incontrarlo più volte, come me, sa ch’è un Signore come pochi, un artista meraviglioso, ma soprattutto un gran signore.

Gianluca Grignani sorprende tutti  scegliendo di interpretare “Caruso” in una versione totalmente differente che vede alla chitarra Fausto Mesolella. Una performance che spiazza tutti, per coraggio ed originalità.

Anche i Tinturia non peccano di originalità anzi, con la loro performance si conquistano un posto nell’ olimpo degli arrangiamenti migliori.

Troppe assenze strane. Samuele Bersani dov’è? Sarà poi un Red Ronnie tornato in sé a spiegare che è  in viaggio negli Stati Uniti. Ma Ron? Dov’è Ron, amico fraterno di Lucio? Che la vocina abbia parlato anche a lui?

FOTOGALLERY

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.