Tromba d'aria crea il terrore all'Ilva di Taranto

Esplosioni all’Ilva al passaggio della tromba d’aria

Potrebbe essere un disastro nel disastro. Una tromba d’aria ha investito lo stabilimento Ilva di Taranto, una ciminiera è crollata trascinando con sé un cavo dell’alta tensione. Almeno un disperso e una ventina di feriti. Una serie di esplosioni a catena coinvolge l’area “a caldo” del polo industriale e gli operai dopo aver messo in sicurezza le condutture di ossigeno stanno lasciando l’area.

La tromba d’aria e i fulmini che si sono scatenati sull’enorme impianto industriale hanno provocato il black out totale degli impianti, soprattutto quelli destinati a ghisa e cokerie interessati dal crollo di una ciminiera alta circa 80 metri questa mattina intorno alle 10.30.

Sempre a causa delle trombe d’aria un pullman carico di passeggeri e un camion di arredamenti si sono ribaltati. Diversi feriti in condizioni non gravi anche dal pullman.

Si teme per la vita dell’operaio disperso che si trovava su una gru al molo e che è stato trascinato in mare con la gru crollata. Sommozzatori dei Vigili del Fuoco stanno effettuando le ricerche.
Vigili del Fuoco, ambulanze, Protezione Civile e mezzi di emergenza delle forze dell’ordine stanno presidiando l’area e portando i primi soccorsi. Da Brindisi è partita una speciale unità dei Vigili del Fuoco, la squadra Nbcr (Nucleare, batteriologico, chimico e radiologico).

L.A.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.