Licodia Eubea, 29 novembre "Stefania e le altre donne"

L’insopportabile pesantezza dei femminicidi e della violenza contro le donne. Licodia Eubea 29 novembre 2012 L’emersione della violenza di genere contro le donne e il triste e dilagante fenomeno dei femminicidi, costituisce ancora un serio problema: troppe donne subiscono in silenzio la violenza e i maltrattamenti agiti dal loro partner. Moltissime di loro non chiedono aiuto e, alcune di loro, finiscono uccise per mano di coloro che amano. A partire dai dati Istat sul fenomeno della violenza, nonché dai risultati  di numerose ricerche realizzate in Italia si rileva, con estrema…

Leggi tutto

Gas: la Russia alla conquista della Turchia

Il monopolista russo del gas, Gazprom, aumenta le forniture di oro blu per le compagnie private turche. Mosca cerca di minare la posizione assunta da Ankara in favore della politica energetica della Commissione Europea. Se la politica prende un certo corso, meglio affidarsi ai privati Nella giornata di martedì, 27 Novembre, il monopolista russo del gas, Gazprom, ha firmato un importante accordo che aumenta le forniture di gas dalla Russia in Turchia. Come riportato dalla Reuters, Gazprom ha varato un contratto trentennale per la vendita di 6 miliardi di metri…

Leggi tutto

“Trattativa” Stato-Mafia. Coincidenza tra conflitti di competenza e di attribuzione

È proseguita nella mattinata di ieri l’udienza preliminare relativa al procedimento sulla cosiddetta “Trattativa” Stato-mafia. Siamo giunti alla quarta seduta camerale e viste le dinamiche intraprese dalla discussione in aula è molto verosimile che prima di pervenire all’epilogo di questo segmento processuale, attraverso una sentenza di non luogo a procedere o un decreto che dispone il giudizio idoneo ad inaugurare la fase dibattimentale (e quindi il processo vero e proprio), passerà dell’altro tempo. Per la prima volta nella storia della nostra Repubblica, secondo le richieste della Procura di Palermo, dovrebbe…

Leggi tutto

Tromba d'aria crea il terrore all'Ilva di Taranto

Potrebbe essere un disastro nel disastro. Una tromba d’aria ha investito lo stabilimento Ilva di Taranto, una ciminiera è crollata trascinando con sé un cavo dell’alta tensione. Almeno un disperso e una ventina di feriti. Una serie di esplosioni a catena coinvolge l’area “a caldo” del polo industriale e gli operai dopo aver messo in sicurezza le condutture di ossigeno stanno lasciando l’area. La tromba d’aria e i fulmini che si sono scatenati sull’enorme impianto industriale hanno provocato il black out totale degli impianti, soprattutto quelli destinati a ghisa e…

Leggi tutto