I passeggeri di Fontanarossa a Sigonella: sarà vero quando lo vedremo

Sigonella aprirà le sue porte al traffico aereo civile dal 5 novembre al 5 dicembre, quando lo scalo di Catania Fontanarossa sarà chiuso per la manutenzione della pista. La notizia è stata data dal senatore Enzo Bianco: “L’accordo tecnico tra l’Aeronautica militare, l’Enac e la Sac per l’utilizzo di Sigonella durante la chiusura di Fontanarossa e’ stato raggiunto. Sara’ un accordo oneroso per la Sac, complessivamente costerà alcune centinaia di migliaia di euro, ma per Catania e per la Sicilia è un accordo importante”, ha affermato l’ex ministro dell’Interno. Il senatore Enzo Bianco ha ringraziato “il presidente dell’Enac per l’impegno e per la sensibilità dimostrata nel capire che non si poteva permettere che mezza Sicilia rimanesse isolata per un mese. L’accordo – ha aggiunto Enzo Bianco – consentirà di ospitare tutti i voli su Fontanarossa nello scalo di Sigonella e potrà essere utile anche in futuro. Lunedì, in sede ministeriale sarà ufficializzato e perfezionato in modo che tutte le compagnie possano adeguarsi. Abbiamo cercato la soluzione a un problema rilevante. L’accordo raggiunto è importante e sono soddisfatto perché l’impegno profuso in queste settimane ha dato i frutti sperati, evitando inaccettabili disagi alla Sicilia e ai siciliani”.

Intanto ringraziamo il senatore Enzo Bianco che si è fatto carico di una vicenda drammatica, battagliando e ottenendo questo accordo: è una vittoria che deve essere ed esaltata e lodata. Noi, però, rimaniamo scettici e non crediamo che questo accordo verrà rispettato: se venisse rispettato, infatti, si tratterrebbe di una doppia vittoria raggiunta in quanto significherebbe che l’Aeronautica Militare Italiana può disporre veramente a suo giudizio dell’intera attività della base militare di Sigonella. Cosa che, realisticamente, non crediamo possibile, essendo Sigonella “anche” base della NAS USA, cioè base logistica della VI Flotta USA nel Mediterraneo, e base avanzata dei velivoli senza pilota – in particolare i nuovi Global Hawks – la cui attività già entra sovente in conflitto con le normali operazioni dell’aeroporto Fontanarossa di Catania.

Bisognerà attendere lunedì prossimo per conoscere i termini effettivi dell’accordo, quando in sede ministeriale sarà ufficializzato e perfezionato. Ci auguriamo, ovviamente, che quella ottenuta non sia una vittoria di Pirro.

Salvo Barbagallo

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.