Windjet si è fermata. Disagi per centinaia di passeggeri, paura per 460 dipendenti

Wind Jet si ferma. Alle ore 20 di ieri sera arriva lo stop. I voli Wind Jet in partenza da Catania e Palermo vengono cancellati. Tre ore dopo la decisione di sospendere l’operatività in tutti gli scali a partire dalla mezzanotte, manca il carburante per continuare a volare. Secondo alcune indiscrezioni alcuni aeromobili sarebbero già stati riconsegnati alle società di leasing. A Catania la Sac, la società che gestisce lo scalo etneo annuncia di aver sequestrato un aereo dopo l’ok della magistratura. Il provvedimento è stato causato dai crediti vantati dalla Sac nei confronti della WindJet: “Il motivo – ha confermato Mancini – è la situazione creditoria che noi avevamo“. “Tutti i passeggeri – ha aggiunto – sono decollati tranquillamente“.

Gli altri viaggiatori dovranno pagare un supplemento per essere imbarcati e portati a destinazione da altri vettori. L’Unità di crisi messa in campo dall’Enac di Vito Riggio ha chiamato Alitalia e Meridiana Fly per programmare nuovi voli per chi è rimasto a terra. Ma la riprotezione non è gratis. Questo ha scatenato le associazioni dei consumatori già sul piede di guerra. Intanto Windjet, denuncia la Fiavet, continua indisturbata nelle vendite. Chi ha in mano un biglietto Windjet – 300 mila persone da qui a ottobre – soffre per la mancanza di informazioni. Adesso c’è preoccupazione per il destino dei 460 lavoratori di Wind Jet.

Intanto nel sito ufficiale della compagnia, c’è scritto: “come richiesto dall’ente nazionale per l’aviazine civile (ENAC), le vendite tramite sito web e call-center sono sospese in attesa della definiione dell’accordo con Alitalia. Si invitano i passegeri di contattare il numero 892020 per i voli gia’ programmati“.

Coloro che sono in possesso di un regolare biglietto Windjet, dalla data di sospensione dei voli della compagnia etnea in avanti, chiamando il call center Blue Panorama Airlines allo 06/98956666 e facendo evidenza di quanto sopra, verrà riconosciuto un trattamento straordinario relativo all’istituzione dell’unita’ di crisi”. Lo precisa in una nota Blue Panorama Airlines in merito all’istituzione da parte dell’Enac di un’unità di crisi per la riprotezione dei passeggeri dei voli Windjet. Blue Panorama Airlines ricorda che, attraverso il proprio marchio low cost Blu-express.com, opera in co-presenza con Windjet i collegamenti Roma Fiumicino-Catania e Roma Fiumicino-Palermo e che i relativi voli hanno nelle prossime settimane diverse migliaia di posti disponibili. Queste le tariffe messe a disposizione fino ad esaurimento posti per i passeggeri in possesso di regolare biglietto Windjet: 90 euro tutto incluso per volare da Roma Fiumicino per Catania e Palermo, e da Catania e Palermo per Roma, in sola andata fino al 10 settembre; 60 euro tutto incluso per volare da Roma per Catania e Palermo, e da Catania e Palermo per Roma, in sola andata a partire dall’11 settembre.

Intanto a Roma oltre 200 passeggeri in procinto di rientrare in Israele con un volo Windjet la cui partenza era prevista ieri poco oltre le 23 da oltre 20 ore sono bloccati in attesa di notizie. Per chi deve rientrare dall’estero sono segnalati supplementi anche di 250 euro a persona. Giorni e soldi bruciati. Oltre 300 mila posti venduti fino a ottobre da ricollocare presso altre compagnie.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.