Augusta: GdF scopre evasione per 10 milioni

La Guardia di Finanza di Augusta ha arrestato un imprenditore 60enne e denunciato contestualmente 25 persone per evasione fiscale, emissione di false fatture. Le indagini hanno consentito di far luce su una evasione fiscale per circa 10 milioni di euro e di svelare circa un milione di euro di false fatture emesse per inesistenti operazioni connesse all’attività di costruzione di edifici residenziali e non residenziali.

L’uomo arrestato sarebbe il “prestanome” di un pregiudicato per reati di mafia, di 54 anni, vero artefice dell’evasione fiscale. L’uomo amministratore occulto di una società operante nel settore dei prodotti di bellezza e profumeria con una catena di circa 20 punti vendita fra Augusta, Melilli, Avola, San Cataldo, Castrofilippo, Belpasso e Gravina di Catania. Tutte le quote societarie (circa 6 milioni di euro) sono state sequestrate dalla GdF. Che ha inoltre proceduto al sequestro di immobili, terreni e conti bancari per altri 650 mila euro circa ad altri due imprenditori della zona titolari formalmente di due punti vendita di profumeria e prodotti di bellezza nonché di un’impresa operante nel settore della ristorazione.

L’operazione fa seguito a una serie di accertamenti scattati nel novembre 2010 ed evidenzia la duplice finalità: l’evasione dal pagamento delle imposte ma anche la “distrazione” di beni, in realtà appartenenti a un pregiudicato per reati di mafia e in danno di una eventuale confisca. Che forse ora potrebbe comunque arrivare.

Luigi Asero

 

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.