Dopo otto risultati Ok il Catania cade a Verona

Dopo 8 risultati utili consecutivi, il Catania di Montella cade a Verona contro il Chievo. Fatali, per i rossazzurri, i primi venti minuti della partita in cui i clivensi si sono portati sul doppio vantaggio grazie alle reti dell’americano Bradley e del capitano Sergio Pellissier su calcio di rigore. Proprio nell’azione da cui è scaturito il penalty, grave respondabilità per il difensore argentino del Catania Nicolas Spolli che, dopo aver perso il pallone a causa di un goffo scivolone, ha atterrato in area di rigore proprio Pellissier. L’arbitra Massa di Imperia non ha avuto dubbi e ha decretato il rigore per il Chievo e l’espulsione per Spolli.

Il Catania, dunque, ha disputato oltre 70 minuti di gara in inferiorità numerica e ciò non ha permesso agli uomini di Montella di esprimere il solito gioco brillante che li ha resi protagonisti in questo campionato. Solo nel finale del primo tempo, un’iniziativa di Papu Gomez ha portato all’autorete del difensore del Chievo Andreolli provando a riaprire la gara quando ancora mancava l’intero secondo tempo da disputare.

A testimonianza, però, che la giornata non era proprio giusta, è arrivato il goal di Paloschi dopo nemmeno dieci minuti dall’inizio del secondo tempo che ha riportato di nuovo il Chievo in vantaggio di due reti. Il Catania ha subito il contraccolpo e non è stato in grado di reagire al nuovo doppio svantaggio. Nemmeno gli ingressi di Almiron e Lanzafame hanno cambiato il verso della gara, anche se proprio loro sono stati gli interpreti dell’azione che ha portato alla rete del definitivo 3-2 per gli scaligeri.

Insomma, un passo indietro in termini di gioco e soprattutto di risultato per i ragazzi di Montella, anche se la sconfitta della Roma a Lecce ed il pareggio dell’Inter contro il Cagliari tengono ancor viva una piccola speranza europea. L’occassione per riscattarsi è dietro l’angolo, in quanto mercoledì sera è di nuovo campionato, infatti alle ore 20:45 il Catania sfiderà il Lecce allo Stadio Angelo Massimino.

Massimiliano Gilberto

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.