San Gregorio, approvato il progetto "Le vie della lava"

Il territorio di San Gregorio sarà presto inserito nel sistema artistico internazionale di arte contemporanea grazie al progetto “Le vie della lava e l’arte contemporanea: itinerari della memoria tra cultura e natura” che prevede un programma biennale di attività culturali mirato a salvaguardare l’integrità storica, urbanistica e naturalistica del territorio. Il progetto, redatto nell’ambito del bando del Po-Fesr Sicilia 2007-2013 (Obiettivo operativo 3.1.3, linea di intervento 3) “Sviluppo di servizi culturali al territorio e alla produzione artistica e artigianale che opera nel campo dell’arte e dell’architettura contemporanea”, è stato dichiarato ammissibile con decreto n. 53 del 25 gennaio scorso del dirigente regionale dell’assessorato regionale ai Beni culturali e prevede un finanziamento per il Comune di San Gregorio di ben 620 mila euro. Fondi che saranno utilizzati per lo sviluppo del settore turistico, culturale e didattico del territorio incastonato tra l’Etna ed il golfo di Catania e di particolare rilevanza naturalistica grazie alla presenza della Riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio Conti”. A promuovere il progetto il Sindaco Remo Palermo con il direttore del Cutgana dell’Università di Catania, Maria Carmela Failla, ed il direttore della Fondazione Brodbeck di Catania, Gianluca Collica. A redigerlo Giuseppa Scalia con la collaborazione dello staff del centro universitario coordinato dal project manager Salvatore Cartarrasa. Nell’ambito del progetto saranno realizzate due Summer School: la prima sulle arti visive coordinata da un artista contemporaneo di fama internazionale e con la partecipazione di artisti internazionali presso la “residenza d’artista”; la seconda prevede la “messa in scena” di coreografie a Piano Immacolata e lungo la via principale con il coinvolgimento delle scuole etnee. Prevista anche l’organizzazione di convegni internazionali sull’arte, di workshop per la promozione dell’arte culinaria siciliana, di concerti di artisti contemporanei siciliani, di mostre denominate “opere manifesto”, di “vetrine” espositive dislocate sul territorio di San Gregorio, di un pacchetto turistico “artistico” promosso anche da un sito web dedicato.

“Con l’ammissibilità del progetto siamo ormai prossimi alla sua approvazione definitiva, grazie alla quale l’intera comunità sangregorese e non solo avrà la possibilità di sperimentarsi in importanti attività artistico – culturali coordinate da professionisti di fama internazionale che consentiranno  – ha dichiarato il Sindaco Remo Palermo – la valorizzazione del patrimonio storico urbanistico e naturalistico in collaborazione con l’Associazione Cutgana e la Fondazione Brodbeck”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.