Cinquanta sportelli per la Banca del Mezzogiorno

A volte ritornano… a parlare di economia e banche. Come anche di rapine. Oggi tocca all’ex super-ministro per l’Economia e le Finanze, Giulio Tremonti, che parla della nuova operatività della Banca del Mezzogiorno. Istituto nato per agevolare le imprese del Mezzogiorno d’Italia tramite una capillare rete di sportelli.

Banca del Mezzogiorno è una costola di MedioCredito Centrale, istituto che dopo lo scorporo da Unicredit avvenuto in agosto 2011 è ora al 100% di Poste Italiane spa. E in effetti i cinquanta uffici di cui parla l’on. Tremonti altro non sono se non 50 sportelli delle Poste ora abilitati anche alla ricezione di domande di finanziamento per piccole e medie imprese e per l’agricoltura.

Commenta così Giulio Tremonti: “A volte sono le banche che fanno le rapine…Presto – spiega ancora in Senato- andremo a fare un piccolo deposito. C’è invece chi fa le rapine…a volte sono le banche che fanno le rapine.” E ancora: “Siamo orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto e grazie anche al governo Monti” che su questo fronte ha proseguito l’azione dell’Esecutivo Berlusconi. “La Banca finalmente c’è, con tanto di sito web, ed ora dipende da tutti crederci e farla funzionare davvero. Noi andremo presto a fare un piccolo deposito“.

Parlando poi dei Tremonti-bond per il Mezzogiorno aggiunge: “È uno strumento che tutte le banche dovrebbero offrire per finanziare il Sud“. I titoli avranno un rendimento che sarà definito dalle banche con i clienti ma Tremonti sottolinea che “la ritenuta anzichè al 12% sarà al 5%”. L’ammontare complessivo del valore di questi “bond Sud” sarà di tre miliardi di euro.

In ogni caso ci sembra opportuno segnalare che la banca si chiama “Banca del Mezzogiorno” e che il sito web in questione è il seguente : http://www.mcc.it/index.html, da non confondere con la “Banca del Sud” (come riportato da alcune fonti d’informazione) che ha propri sportelli autonomi e che svolge autonoma attività di intermediazione finanziaria.

Per l’elenco completo degli sportelli abilitati potete seguire questo link

Luigi Asero

 

 


Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.