Agrigento, tangenti al comune, abusi edilizi sul territorio

Squadra Mobile e Digos di Agrigento hanno oggi stretto il cerchio intorno a 13 persone, indagate a vario titolo, per un presunto giro di tangenti che ruotava attorno all’Ufficio Tecnico del comune.

La Squadra Mobile ha eseguito sei ordini di custodia cautelare in carcere e cinque agli arresti domiciliari. Nei confronti di un agente della locale polizia municipale, Rosario Troisi di 53 anni (fratello di Salvatore Troisi) in servizio alla squadra anti abusivismo edilizio è stato disposto l’obbligo di dimora a Agrigento.

Per il capo dell’Ufficio Tecnico Comunale, Sebastiano Di Francesco, 51 anni, è stata disposta dal Gip Alberto Davico, la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio e dal servizio. Lo stesso Di Francesco dovrebbe essere interrogato domani.

Secondo la ricostruzione degli investigatori accadeva che cittadini, professionisti e imprese ottenevano la concessione edilizia,  “senza richiedere e acquisire il parere obbligatorio della commissione edilizia comunale nominata dal sindaco” e spesso “in assenza di una adeguata istruttoria diretta ad accertare la ricorrenza delle condizioni richieste per il rilascio del permesso di costruire” 

Gli ordini di custodia cautelare in carcere sono stati eseguiti per:

Luigi Zicari, 49 anni, architetto, funzionario dell’Utc del Comune di Agrigento;

Pietro Vullo, 42 anni, imprenditore; Roberto Gallo Afflitto, 41 anni, imprenditore socio di Vullo;

Salvatore Troisi, 56 anni, architetto, libero professionista;

Giuseppe Gallo Carrabba, 55 anni, architetto, libero professionista;

Giorgio Parrino, 55 anni, di Favara, architetto, libero professionista.

Agli arresti domiciliari sono stati invece posti:

Giuseppe Gallo, 43 anni, geometra, libero professionista;

Alfonso Vullo, 34 anni, privato cittadino;

Pasquale Farruggia, 56 anni, imprenditore;

Gerlando Tuttolomodo, 74 anni, imprenditore;

Emanuele Navarra, 62 anni, imprenditore.

La complessa attività investigativa è stata coordinata dal Procuratore Renato Di Natale, dall’Aggiunto Ignazio Fonzo e dal Sostituto Luca Sciarretta. Indagine accurata che  a seguito di varie perquisizioni e acquisizione di prove documentali avrebbe scandagliato anni di appalti pubblici, concessioni edilizie e quant’altro gravitasse attorno all’urbanistica agrigentina.

Luigi Asero

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.