Entro il 10 novembre il superbollo previsto dalla Legge 111/2011

PUBBLICATO IL DECRETO ATTUATIVO DEL NUOVO PRELIEVO SUL POSSESSO DELLE AUTO DI  GROSSA  CILINDRATA

 ENTRO IL 10 NOVEMBRE SI DOVRA’ VERSARE IL SUPERBOLLO PREVISTO DALLA LEGGE 111/2011

Le misure della manovra estiva continuano ad incidere nella vita dei cittadini italiani, con una decorrenza non proprio facile da “inseguire”. Ma ormai siamo abituati a queste pillole, per alcuni un poco velenose, e chissà se veramente necessarie alla salute, per gli altri.

Va da sè comunque che siamo qui ad informare per poter assumere i corretti comportamenti richiesti dalla legge

Il 10 ottobre è stato pubblicato il Decreto 7 ottobre 2011 – Min. Economia e FinanzeIndividuazione delle modalità e dei termini di pagamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica.” Entrata in vigore 11 ottobre 2011.

L’art. 2  del Decreto così recita: “Per l’anno2011 l’addizionale di cui all’art. 1 è corrisposta entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.” Quindi la scadenza sarà 10 novembre 2011.

I possessori, alla data del 6 luglio 2011, di un veicolo per il trasporto promiscuo di persone o cose con più di 225 chilowatt di potenza, deve pagare l’addizionale erariale sulla tassa automobilistica utilizzando il modello “F24 elementi identificativi”, senza possibilità di compensazione con eventuali crediti vantati. L’importo da pagare ammonta a 10 euro per ogni kW eccedente i 225.

Dal 2012, il pagamento del superbollo, sarà liquidato contestualmente alla ordinaria tassa di bollo. Al pagamento dell’addizionale sono obbligati tutti coloro che risultano essere: proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatori a titolo di locazione finanziaria, al pubblico registro automobilistico. Per l’anno 2011, è obbligato colui che si trova in una delle precedenti situazioni alla data del 6 luglio. A partire dal2012, l’obbligo ricade su chi è proprietario alla scadenza del termine utile per il pagamento della tassa automobilistica.

Naturalmente la “telenovela”  non è ancora finita, infatti ancora non è stato individuato il codice tributo per il pagamento. Con apposita risoluzione l’Agenzia delle entrate, individuerà i codici per il versamento dell’addizionale erariale alla tassa automobilistica a mezzo F24.

Ma quali sono le auto coinvolte da questa nuova tassa? Per fortuna non sono proprio quelle auto ordinarie di tutti i giorni, poiché vi rientrano soprattutto le vetture di lusso più prestazionali. Supercar come Ferrari, Porsche e Lamborghini nonché berline di rappresentanza con oltre 306 cavalli di potenza, quali la Mercedes Classe M, l’Infiniti M 35h, le Opel Insignia OPC, ecc. Secondo uno studio sul problema, la supertassa coinvolge un parco circolante di circa 100mila autoveicoli e produrrà un gettito aggiuntivo di 50 milioni di euro all’anno.

Dr. Mirco Arcangeli

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.