Il superlatitante calabrese Domenico Trimboli catturato in Colombia

Catturato in Colombia il latitante Domenico Trimboli, era inserito nella lista dei ricercati più pericolosi del Ministero dell’Interno. Al termine di articolate attività investigative, condotte in Italia ed Oltreoceano delle Squadre Mobili di Reggio Calabria ed Alessandria e dal ROS dei Carabinieri, è stato rintracciato e catturato nella città di Medellín in Colombia il latitante TRIMBOLI Domenico, alias Pasquale, nato a Buenos Aires e legato ad ambienti di ‘ndrangheta della fascia Jonica reggina. Trimboli era latitante dal 2009, cioè da quando il Tribunale di Reggio Calabria emise un ordine di custodia…

Leggi tutto

Oltre un miliardo di beni al vento, maxi-sequestro della DIA di Palermo

Enorme sequestro di beni a Palermo, sotto mira della Direzione Investigativa Antimafia di Palermo il re dell’eolico Vito Nicastri. L’impero di Nicastri è stato congelato in quanto Nicastri è considerato uomo vicino al super latitante Matteo Messina Denaro. Gli investigatori sono entrati in azione all’alba agendo in ben quattro regioni: Sicilia, Lombardia, Calabria e Lazio. Ben 43 tra società e partecipazioni finanziarie, 66 i rapporti finanziari (conti correnti, polizze, depositi, carte di credito). Ingente il patrimonio immobiliare con 98 proprietà tra ville, terreni, palazzine, magazzini; altre 7 tra autovetture e…

Leggi tutto

Il parco archeologico di Sibari sommerso da acqua e fango

A causa delle intense piogge esonda il fiume Crati a Sibari, una marea pari a circa 200 mila metri cubi di acqua e fango ha così inondato il vicino parco archeologico. Ingenti e ancora da quantificare i danni al patrimonio. Il Parco Archeologico di Sibari si estende per 168 ettari e si trova al km 25 della strada statale 106 Ionica che l’attraversa tutto in direzione nord-sud. L’area archeologica si trova sulla riva sinistra del fiume Crati, sotto il livello della faglia acquifera creando grossi problemi dovuti alle infiltrazioni d’acqua…

Leggi tutto

Studente ucciso nella notte a Gioia Tauro

Omicidio nella notte a Gioia Tauro. A cadere sotto i colpi di pistola uno studente 22 enne in via Sarino Pugliese. Francesco Bagalà era alla guida della sua auto, una Fiat Grande Punto, quando è stato affiancato da uno o più killer che gli hanno esploso contro diversi colpi d’arma da fuoco colpendolo alla testa e al torace. Nessuno si è accorto di nulla, complice l’orario (tra le 2 e le 3) fino al passaggio di una guardia giurata che si è insospettito per l’auto ferma sul ciglio di quella…

Leggi tutto

Le Ferrovie della Calabria passano sotto amministrazione regionale

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e l’Assessore regionale ai Trasporti Luigi Fedele hanno presentato lo scorso 21 dicembre l’accordo tra la Regione Calabria con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha sancito il passaggio di proprietà del capitale sociale di Ferrovie della Calabria alla Regione Calabria. Nel corso dell’incontro con la stampa erano presenti, inoltre, il DG del dipartimento Trasporti Giovanni Laganà e il Dirigente di settore Giuseppe Pavone. Dopo l’accordo dello scorso 8 novembre, stipulato dal Presidente Scopelliti con il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti…

Leggi tutto

Terremoto tra Calabria e Basilicata. Ore di terrore

Notte di terrore nella zona del massiccio del Pollino, tra Calabria e Basilicata, a causa di una violenta scossa di terremoto che all’1.05 ha avuto epicentro nel quadrilatero tra i comuni di Mormanno, Laino Castello e Laino Borgo nel Cosentino e il comune di Rotondo nel Potentino. Varie altre scosse di assestamento di minore intensità hanno fatto seguito alla prima e più violenta che è stata di magnitudo 5  Richter. Un uomo di 84 anni a Scalea, probabilmente per la forte paura è deceduto a causa di un infarto. Decine…

Leggi tutto

Reggio Calabria: danneggiata auto di scorta del Procuratore Generale

È stata danneggiata da anonimi, mentre si trovava parcheggiata in un sottopassaggio vicino una frazione marittima della città. L’auto dell’Arma dei Carabinieri, riconoscibile dai colori istituzionali è stata trovata con un finestrino posteriore spaccato ed è stato asportato un borsone. La scorta del Procuratore Salvatore Di Landro era impegnata nella sua tutela presso la vicina spiaggia e l’auto era parcheggiata in modo da non poter subìre eventi accidentali. Già in passato proprio il Procuratore Di Landro è stato oggetto di pesanti intimidazioni da parte della ‘ndrangheta: la manomissione di un’auto…

Leggi tutto

Calabria, pronti a opposizione contro chiusura tribunali

Si è chiusa con l’approvazione all’unanimità di un ordine del giorno, nel quale si ipotizza anche il ricorso alla Corte Costituzionale, la seduta straordinaria del Consiglio regionale della Calabria dedicata alla soppressione dei tribunali di Rossano, Paola, Castrovillari e Lamezia. Nell’ordine del giorno si impegna il Presidente della giunta, Giuseppe Scopelliti, in “raccordo con le rappresentanze istituzionali e la deputazione calabrese a svolgere una incisiva azione presso le competenti Commissioni parlamentari, nell’ambito della riorganizzazione degli uffici giudiziari sul territorio calabrese a tutela dell’attuale organizzazione; impegna altresì il Presidente della Giunta…

Leggi tutto

Cocaina dal Sud America: trenta arresti dalla Calabria alla Finlandia

L’alleanza fra un’organizzazione bulgara e una ‘ndrina della cosca Bellocco di Rosarno ma operante in Piemonte è stata colpita duramente ieri 4 giugno da un’operazione dei Ros (Carabinieri) denominata “Magna Charta” e che ha portato all’arresto di 30 persone. Sette di questi arrestati in Italia fra Piemonte, Lombardia e Veneto. Il resto tra Bulgaria, Spagna, Olanda, Slovenia, Romania, Croazia, Georgia e Finlandia. La ramificazione dell’organizzazione malavitosa era quindi molto estesa. La conferenza stampa che ha annunciato gli esiti dell’operazione si è svolta al comando provinciale Carabinieri di Roma  e sono…

Leggi tutto

Calabria: rientrato a casa Pino Masciari

Aggiorniamo la notizia data oggi, che recava allarme in merito alla presunta scomparsa del testimone di giustizia Pino Masciari, rientrato nel tardo pomeriggio a casa. Da capire cosa sia realmente accaduto e quale la versione effettiva dei fatti. Articolo del pomeriggio: Preoccupante episodio in Calabria, a Cosenza, all’indomani delle celebrazioni in memoria dei venti anni della strage di Capaci. Pino Masciari, testimone di giustizia, imprenditore edile che anni fa ha deciso di collaborare con lo Stato per denunciare e far arrestare i suoi aguzzini è improvvisamente scomparso. Molte le incongruenze.…

Leggi tutto

Equitalia a Catanzaro pignora paghe e pensioni in banca

Succede a Catanzaro, dove la denuncia parte da un’associazione dei consumatori “Codici”. Piccoli depositi bancari  e conti correnti che contengono soltanto accrediti di stipendi e pensioni sono stati “congelati” su richiesta di Equitalia Spa, società che gestisce la riscossione tributi in Italia. La società di riscossione ha notificato a molti contribuenti morosi, che spesso riescono a vivere solo grazie allo stipendio o alla pensione percepita, atti di pignoramento dei crediti verso terzi (ai sensi dell’art. 72 bis del D.P.R .n 602/73) attraverso procedura di espropriazione delle somme depositate in banca.…

Leggi tutto

Padre e figlia assassinati nel cosentino, ferita la mamma

Sono due le vittime di un agguato avvenuto oggi a Villapiana, in provincia di Cosenza. Le vittime sono Vincenzo Genovese, 67 anni, e la figlia Rosa di 26, mentre la moglie (e mamma di Rosa) Domenica Reggiano di 54 anni sarebbe ferita alle gambe. A sparare sarebbe stato un uomo sconosciuto secondo le prime testimonianze della donna, ancora in stato di choc. Scartata l’ipotesi di omicidio-suicidio, inizialmente avanzata perché l’arma sarebbe stata ritrovata distante dalle vittime. La figlia in cucina, l’uomo subito fuori casa. L’allarme è stato dato da un uomo…

Leggi tutto

Scafisti criminali: 45 immigrati gettati in mare, un morto

È successo stamane a Locri, un gruppo di immigrati afgani è giunto a riva dopo esser stati gettati nelle acque ad alcune decine di metri dalla riva. Uno di loro però non è sopravvissuto e quattro sono ricoverati ora in ospedale. Uno di questi si trova in sala rianimazione dopo aver ingerito una notevole quantità di acqua.  Presenta anche varie lesioni nel corpo, forse ha cercato di salvarsi e gli scafisti lo avrebbero picchiato selvaggiamente prima di gettarne il corpo in acqua come fatto con gli altri. Lesioni simili si…

Leggi tutto

Reggio Calabria: arrestato il boss latitante Rocco Trimboli

Rocco Trimboli, 45 anni, uno fra i cento latitanti considerati più pericolosi è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria e del Ros in una casa nei pressi di Casignana. Latitante da due anni era protetto presso una coppia di insospettabili anziani, che sono stati denunciati per favoreggiamento. Il cerchio attorno al latitante si è stretto negli ultimi giorni quando i Carabinieri hanno notato movimenti sospetti di affiliati alle “‘ndrine”, cosa che ha dato un’accelerazione alle indagini. Nella notte poi è scattata l’operazione con l’ausilio…

Leggi tutto

Governo scioglie 5 comuni per mafia

Sono cinque le amministrazioni comunali che il Consiglio dei Ministri ha sciolto ieri per infiltrazioni mafiose. I comuni interessati sono: Casal di Principe, Castelvolturno e Casapesenna (tutti nel casertano, in Campania); Mileto e Bagaladi (in Calabria). Casal di Principe in particolare subìsce lo stesso provvedimento per la terza volta dal 1991. In questo caso la proposta di scioglimento fu formulata l’11 febbraio scorso dal prefetto di Caserta, Carmela Pagano, in seguito a un’inchiesta della DDA di Napoli sfociata con 52 arresti, che aveva coinvolto politici di rilievo come Nicola Cosentino…

Leggi tutto

Cosenza, 250 indagati di cui 63 arrestati in tutta Italia

Oltre 250 persone indagate, 63 ordini di custodia cautelare in carcere, beni sequestrati per circa 15 milioni di euro. L’operazione scattata venerdì 30  a Cosenza fa luce su mandanti ed esecutori di numerosi omicidi e attentati compiuti nell’ambito di una faida fra cosche di ‘ndrangheta che vanno dal 1979 al 2008. Le cosche interessate dai provvedimenti restrittivi sono: Lanzino-Locicero di Cosenza (subentrata a quella dei Perna-Ruà), Muto di Cetraro, Scofano-Mastallo-Ditto-La Rosa e Serpa di Paola, Calvano e Carbone di San Lucido, e Gentile-Besalvo di Amantea. L’operazione, denominata “tela di ragno”, prende…

Leggi tutto