Salvatore Damaggio la “Leggenda del Pasubio”

di Giuseppe Stefano Proiti   Monte Pasubio, 2 luglio 1916  «Salvatore Damaggio comandante di una Sezione Mitragliatrici, durante un intenso bombardamento nemico che sconvolse gli appostamenti della Sezione, seppe, con mirabile fermezza, subitamente rimettere in efficienza le armi. Fu pronto ad aprire il fuoco e a ben dirigerlo contro gli avversari che muovevano all’attacco, tanto che, per le gravi perdite subite, furono costretti a fermarsi e quindi a retrocedere. L’azione condotta in un momento decisivo per le sorti della battaglia, contribuì in modo determinante a mantenere in mano italiana “Il…

Leggi tutto

Randazzo: Memorie che vissero

di Guido Di Stefano A volte qualche giovane di grande e sensibile intelletto riesce a compiere quelle azioni che esulano dalla mente di tanti canuti “saggi”: salvare le memorie che vissero e che, per inesplicati motivi, furono “sepolte” e destinate all’oblio e al macero o (a volte) mimetizzate (anche a vista) nelle opere murarie.

Leggi tutto

Le radici della Sicilia “moderna”

Di Carlo Barbagallo   Da dove nasce la Sicilia moderna, quella di oggi, cioè? Non dobbiamo andare, in fin dei conti, troppo lontano: la Sicilia d’oggi “nasce” con la concessione da parte dello Stato Italiano dell’Autonomia Speciale, nel… del 1946. Ma perché alla Sicilia venne concessa un’Autonomia Speciale? Perché avvenimenti burrascosi l’avevano preceduta all’indomani dello sbarco angloamericano nell’Isola, in quel non lontano luglio del 1943, e subito dopo, e durante, l’occupazione militare da parte dei nemici che diventeranno alleati dopo la caduta di Mussolini.

Leggi tutto

In un libro inglese per la prima volta appare il nome di Antonio Canepa

Di Salvo Barbagallo   Ci siamo occupati spesso dell’Indipendentismo Siciliano degli Anni Quaranta e, soprattutto, dell’emblematica figura di Antonio Canepa, ideatore e capo dell’EVIS, l’Esercito volontario Indipendenza Siciliana. Chi ha seguito quelle vicende è a conoscenza che poche sono le testimonianze documentali ufficiali su Antonio Canepa, professore all’Università di Catania, antifascista, fascista, sabotare al servizio degli inglesi, capo di guerriglieri che animarono una prima Resistenza al nazifascismo In Sicilia. Nessun riscontro neghi archivi nazionali di Gran Bretagna su questo personaggio: “Purtroppo, la stragrande maggioranza dei file SOE operativi non sono…

Leggi tutto

25 anni fa cadeva il Muro di Berlino

Di Luigi Asero Chi ricorda la caduta del Muro di Berlino? La globalizzazione, i mille e mille avvenimenti che hanno caratterizzato questi ultimi 25 anni probabilmente metteranno in secondo piano un evento che a ragione può considerarsi una svolta nella vita dell’Europa, dell’Occidente e del mondo intero. Oggi l’attenzione è puntata sulle stragi che compie l’ISIS e sulla destabilizzazione del Medio Oriente e dell’area del Mediterraneo. Ma 25 anni addietro, il 9 novembre del 1989, si verificò “qualcosa” che nessuno aveva previsto: la fine del comunismo e la fine della…

Leggi tutto

Mascalucia e Pedara ricordano la ribellione ai nazisti nell’agosto del ‘43

Di Salvo Barbagallo C’è una memoria volutamente cancellata dalla storiografia ufficiale degli ultimi settant’anni. Una memoria senza la quale non si può comprendere il presente che si vive, né ipotizzare lo scenario di un futuro. E la memoria che riguarda la Sicilia degli Anni ’40-’45 è il presupposto che può spiegare i mutamenti e non le “trasformazioni” che ha avuto l’Italia dal dopoguerra ad oggi, i nuovi assetti dell’Europa, la perenne instabilità delle nazioni dell’area del Mediterraneo. Qualche marginale fiammella si accende nel nulla per spegnersi subito nell’indifferenza generale:

Leggi tutto

La nostra casa, la nostra madre, la Sicilia

Di Guido Di Stefano Bellissima tra le belle  continuamente viene rivestita di stracci per celare le sue divine  forme e ricoperta di fango per deturpare le sue celestiali fattezze ed accecare la luce del suo sguardo; le sue morbide ammalianti chiome sono tagliate per sostituirle con viscidi repellenti serpenti: da tempo non si presenta più come l’ammaliatrice che “conquistata” conquistava gli invasori. Ed i rei sono sempre i maestri dell’apparire e non dell’essere: ingrati e limitati figli, di “ignoto lignaggio” e di “ignoto padrone” (o peggio

Leggi tutto

Scoperta sensazionale: trovato un pezzo di croce di Gesù

Se risulterà vera potrà essere considerata veramente una fatto sensazionale: In Turchia sarebbe stato trovato un pezzo della croce di Gesù: la scoperta è stata annunciata da un equipe di archeologi che hanno rinvenuto nel corso di scavi che venivano effettuati nella Chiesa di Balatlar, nella provincia di Sinop, nel nord della Turchia. Si tratta di un pezzo di legno che non sarebbe solo un pezzo di una croce, ma quello sacro su cui morì Gesù Cristo duemila anni fa: la sacra reliquia era riposta in un forziere di pietra…

Leggi tutto

In Sicilia 70 anni fa si è giocato il presente

Il 10 luglio di settant’anni fa in Sicilia si è giocato il nostro presente. Si è giocato appena gli eserciti d’invasione angloamericani quel 10 luglio del 1943 misero piede nell’isola e l’occuparono in men che non si dica, iniziando la risalita verso il Continente Italia-Europa. Si lo sbarco alleato, l’Operazione Husky, non fosse riuscita, non ci sarebbe stato mesi, e mesi e mesi dopo, lo sbarco in Normandia, ricordato come l’evento che dette inizio alla fine della Seconda guerra mondiale. Nel settembre del 1943 in Sicilia la guerra si concluse…

Leggi tutto

Firmata la convenzione per il recupero e la valorizzazione della "Tomba di Stesicoro"

Ieri mattina, nell’ufficio del Comandante del Centro Documentale dell’Esercito di Catania (CeDoc), è stata firmata una convenzione tra il Ministero della Difesa, l’Agenzia del Demanio e l’Accademia di Belle Arti di Catania. L’oggetto della convenzione è un grande monumento funerario del periodo romano (età imperiale) che si trova all’interno dell’ex convento del Carmine in piazza Carlo Alberto a Catania (dichiarato bene di interesse storico-artistico nell’ottobre del 2007) e che oggi è la caserma “Antonio Santangelo Fulci” sede del Centro Documentale dell’Esercito (ex Distretto militare). L’anno scorso l’Accademia di Belle Arti…

Leggi tutto