Orgasmo da fattura elettronica

LE NUOVE FRONTIERE DEL PIACERE

A un mese dal suo debutto alla grande platea delle partite Iva, la fattura elettronica registra un risultato del tutto inatteso.
Entrata nella vita quotidiana dei ns imprenditori e professionisti in modo violento, si va consolidando nella maniera più tenera possibile.
Dopo l’impatto iniziale che ha visto la grande attenzione dei più al cambiamento, si dimostra ora un momento irrinunciabile e di grande piacere.
Dal mio modesto osservatorio posso constatare che tolto un 20% di soggetti out, il restante 80% riesce a gestire le operazioni in maniera eccellente.
Che sia importata sul portale di invio da un altro programma, o che sia prodotta dal portale stesso, l’invio della fattura elettronica è un vero godimento.
Osservo naturalmente che il piacere è maggiore per gli uomini piuttosto che per le donne, ma in fondo si sa,
gli uomini si accontentano di poco, e le loro riflessioni anche erotiche sono semplici.
Il click di invio rappresenta la preparazione al godimento che trova la sua spinta orgasmica con la ricevuta di consegna.
Non c’è oggi maggior piacere di ricevere questa ricevuta di consegna.
L’imprenditore il professionista, sono oggi talmente stressati dalle problematiche che la vita economica induce loro, che questo semplicissimo atto virtuale di invio della FE, produce il vero grande piacere, poiché contiene in sé la gratificazione di un obiettivo raggiunto e la contemporanea attesa economica della sua monetizzazione.
Chi l’avrebbe mai detto che sarebbe bastato così poco a rendere felice un popolo?
Persino i forfettari che non sono obbligati alla FE, non resistendo alla tentazioni si stanno orientando tutti per l’emissione della FE.
E non credete alle lamentele, sono solo depistaggi e luoghi comuni, la FE sta diventando il miglior piacere dell’italiano.
Chi può naturalmente.

Mikko

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.