Quota 100, boom di domande al primo giorno. Come fare la domanda?

[AdnKronos]

 

Nel primo giorno di Quota 100 oltre 1.000 italiani hanno presentato domanda. A darne notizia su Facebook è il ministro Matteo Salvini.

Con un messaggio diffuso sul proprio sito ieri, l’Inps ha spiegato che le domande possono essere presentate telematicamente, se si è in possesso delle credenziali di accesso (PIN rilasciato dall’Istituto, Spid o Carta nazionale dei servizi), compilando il modulo disponibile on line, sul sito www.inps.it, nella sezione ‘Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, Ecocert, Ape Sociale e Beneficio precoci’. In alternativa le domande possono essere presentate anche attraverso i Patronati e gli altri soggetti abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’INPS o, in alternativa, utilizzando i servizi del Contact center.

Soddisfatto Matteo Salvini: “Giornata importante, dopo anni e anni di battaglia, un referendum negato e manifestazioni di piazza, oggi è data da segnare in blu” ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno in una conferenza stampa organizzata alla Camera dalla Lega per presentare la misura che arriva in Gazzetta ufficiale.

Gli ha fatto eco il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon: “Con questo provvedimento diamo la possibilità, nel triennio 2019-2021, a un milione di persone, di cui 350mila donne, di poter andare in pensione con 62 anni e 38 di contributi, 5 anni prima di quanto avveniva in precedenza – ha affermato -. E non si tratta di un provvedimento assistenzialistico ma piuttosto di un intervento che punta a un ricambio generazionale nel mercato del lavoro”. Durigon ha poi sottolineato che il provvedimento prevede il “divieto di cumulo di reddito, appunto perché vogliamo favorire il ricambio generazionale”.


COME FARE DOMANDA

 

Con il via libera a Quota 100, da oggi sul sito dell’Inps è possibile fare richiesta per ottenere l’anticipo pensionistico. Le domande, spiega l’Istituto di previdenza, possono essere presentate telematicamente se si possiede già il pin dell’Inps, tramite il contact center oppure tramite i patronati e “gli altri soggetti abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’Inps”.

I REQUISITI – L’accesso a quota 100 è possibile con almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi, mentre il requisito contributivo per conseguire il diritto alla pensione anticipata è fissato a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, per il periodo 2019-2026. Inoltre, le lavoratrici che hanno maturato, entro il 31 dicembre 2018, un’anzianità contributiva minima di 35 anni e u’’età anagrafica minima di 58 anni, se lavoratrici dipendenti, e 59 anni, se lavoratrici autonome, possono accedere alla pensione anticipata secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 1804 (cosiddetta ‘opzione donna’).

LA RICHIESTA TELEMATICA – “Il cittadino in possesso delle credenziali di accesso (pin rilasciato dall’Istituto, Spid o Carta nazionale dei servizi) può compilare e inviare la domanda telematica di accesso alla pensione disponibile fra i servizi on line, sul sito www.inps.it, nella sezione ‘Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci'” scrive l’Inps sul proprio sito web.

Una volta effettuato l’accesso e scelta l’opzione ‘nuova domanda’ nel menù di sinistra, occorre selezionare in sequenza:

– per quota 100: ‘Pensione di anzianità/vecchiaia’ > ‘Pensione di anzianità/anticipata’ > ‘Requisito quota 100’;

– per la pensione anticipata: ‘Pensione di anzianità/vecchiaia’ > ‘Pensione di anzianità/anticipata’ > ‘Ordinaria’;

– per opzione donna: ‘Pensione di anzianità/vecchiaia’ > ‘Pensione di anzianità/anticipata’ > ‘Contributivo sperimentale lavoratrici’.

Devono infine essere selezionati, in tutti e tre i casi, il Fondo e la Gestione di liquidazione. “La modalità di presentazione delle domande, sopra illustrata, è utilizzabile da parte dei lavoratori iscritti alle Gestioni private, alla Gestione pubblica e alla Gestione spettacolo e sport, anche al fine di chiedere, per la pensione quota 100, il cumulo dei periodi assicurativi” rende noto l’Inps.

CONTACT CENTER O PATRONATI – La domanda, inoltre, può essere presentata “per il tramite dei Patronati e degli altri soggetti abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’Inps o, in alternativa, utilizzando i servizi del Contact center”, ai numeri 803164 – gratuito da fisso – o 06164164 – con tariffe da mobile- .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.