“Portavo fiori a mio figlio”, multato papà vittima Rigopiano

[AdnKronos]

 

Una multa non da poco. Oltre 4500 euro, scrive in un post su Facebook Alessio Feniello per essere andato a “Rigopiano a portare i fiori, dove hanno ucciso mio figlio Stefano”. “Mi sono introdotto, secondo loro, in un’area sottoposta a sequestro”, quella dell’hotel, spiega con rabbia, postando le foto della notifica del tribunale di Pescara, a pochi giorni dall’anniversario della tragedia che causò 29 morti tra cui il suo ragazzo.

Due anni fa, infatti, il 18 gennaio del 2017, una slavina cadde su un albergo a Farindola nel pescarese. “Io non pago”, aggiunge e, se necessario, mi faccio “tre mesi di carcere”. “Quelli che non hanno fatto niente per salvare 29 persone a Rigopiano stanno tutti ancora a piede libero io invece devo pagare” accusa, chiedendo di far “arrivare questo messaggio al ministro Salvini” per vedere “cosa ne pensa”.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.