Esplosione in distributore sulla Salaria: 2 morti

[AdnKronos]

 

Due morti e 17 feriti. E’ il tragico bilancio di un’esplosione avvenuta all’interno di un distributore al km 39 di via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio, in provincia di Rieti. Una delle vittime era un vigile del fuoco, l’altra un civile. Secondo la dinamica ricostruita dai carabinieri del Nucleo investigativo di Rieti, al lavoro sul posto insieme ai vigili del fuoco, c’è stato prima un principio di incendio, poi l’esplosione di un’autocisterna durante le operazioni di carico e scarico di carburante. Dopo l’esplosione la cisterna è stata sbalzata a decine di metri di distanza, su una strada parallela alla Salaria, finendo contro due auto.

Al momento del principio di incendio passava un furgone con a bordo un vigile del fuoco non operativo che ha allertato la squadra dei vigili del fuoco locale. Prima ancora che i pompieri iniziassero l’operazione di spegnimento, c’è stata l’esplosione che ha sbalzato la cisterna dal distributore. Il mezzo è finito così contro altri due autoveicoli e proprio in questo secondo punto è stato trovato il cadavere della seconda vittima. Il vigile del fuoco che ha perso la vita si chiamava Stefano Colasanti. Cinquant’anni, in servizio presso il comando di Rieti, Colasanti lascia moglie e figlia. L’altro corpo sarebbe di un dipendente del distributore in fiamme. Ultimamente Colasanti era in servizio giornaliero. Proprio oggi avrebbe dovuto portare una botte Atego per la revisione a Monterotondo: durante il tragitto si è imbattuto nella cisterna che bruciava e si è messo a disposizione della squadra di Poggio Mirteto.

I feriti, tra cui vigili del fuoco e alcuni operatori del 118, hanno riportato tutti ustioni e traumi da scoppio (fratture e contusioni). Sono stati trasportati presso gli ospedali Sant’Andrea, Sant’Eugenio, Gemelli, l’ospedale di Monterotondo e il De Lellis di Rieti. ”Al Centro grandi ustioni dell’Ospedale Sant’Eugenio in questo momento si trovano ricoverati in prognosi riservata 7 feriti” riferisce in una nota l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Mi dispiace molto di questa tragedia, mi stanno costantemente aggiornando sui soccorsi. Sono vicino ai familiari delle vittime, del nostro vigile che ha perso la vita e ai feriti” ha detto all’Adnkronos il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Via Salaria è stata temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel comune di Fara in Sabina, e Borgo Santa Maria, nel comune di Montelibretti, tra le province di Rieti e Roma, dal km 38 al km 41,500.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.