Trovato morto il dottor Giuseppe Liotta, l’ultimo disperso del maltempo del 5 novembre

Purtroppo è arrivata la tragica conferma ai timori sulla vita del dr. Giuseppe Liotta che già da quella maledetta sera del 3 novembre che ha portato via 9 persone (di cui due bambini e un 15 enne) a Casteldaccia si temeva essere rimasto vittima di una delle ondate di piena sulle vie del palermitano.

Stamane il corpo senza vita del pediatra è stato ritrovato in un vigneto a circa dieci chilometri dal luogo della scomparsa. A fare il tragico rinvenimento gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino che insieme alla Polizia stavano controllando con un elicottero decollato da Boccadifalco tutta l’area a partire dal luogo di ritrovamento della sua automobile. Si trovava in un terreno di proprietà di un’azienda vitivinicola in territorio di Roccamena.

Proprio ieri sera si era formato un comitato di cinquanta volontari coordinato da un infermiere dell’ospedale di Corleone, dove il medico si stava recando a prendere servizio nonostante l’allerta rossa e l’alluvione in corso, per aiutare i soccorritori nelle ricerche.

Giuseppe Liotta, 40 anni, sposato con Floriana, medico all’ospedale dei Bambini di Palermo, per anni aveva lavorato in quella stessa struttura con contratti a termine, sempre rinnovati. Da poco aveva accettato l’incarico all’ospedale di Corleone che invece gli aveva offerto un contratto a tempo indeterminato. Tutti i colleghi lo ricordano come persona di grande umanità e hanno condiviso il senso di ansia per la sua scomparsa, sperando e pregando che si potesse ritrovare in vita. Il destino purtroppo, anche per lui, quella sera ha scelto una via differente.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.