Due sindacalisti arrestati a Siracusa: tangenti per non ostacolare rilancio azienda

La Squadra Mobile aretusea al termine di una precisa attività investigativa ha tratto in arresto due sindacalisti siracusani, si tratta di Roberto Getulio (Fim Cisl) e Marco Faranda (Uilm) entrambi attivi nel settore dei lavoratori del settore metalmeccanico.

Al momento dell’arresto sono stati trovati in possesso di 1.500 euro ciascuno che gli erano stati consegnati poco prima dai titolari di un’azienda con sede a Gela, la Synergo Consorzio Nazionale.

L’inchiesta è partita proprio dalla denuncia presentata lo scorso meso dai proprietari dell’azienda che avevano denunciato la richiesta estorsiva dei due sindacalisti, i quali avevano richiesto 30 mila euro da pagare in più tranches per non subìre attività ostative nell’avvio dell’attività che da poco era stata rilevata dopo un’asta fallimentare a carico di un’azienda con sede ad Augusta ormai fallita. Nell’azienda lavorano 120 dipendenti che i nuovi proprietari hanno riassorbito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.