Maltempo in Sicilia: Catania e Siracusa in ginocchio

Allagamenti a Ramacca, Scordia, Palagonia nel catanese, come ad Agira (En) e a Delia (Cl). Il nubifragio, accompagnato da un improvviso e forte vento ha messo in ginocchio la circolazione stradale con auto finite improvvisamente fuori strada o rimaste bloccate in mezzo a improvvisi “laghi” d’acqua e fango. Anche un mezzo dei Vigili del Fuoco vicino Mineo è rimasto bloccato vicino il parco archeologico di Palikè, sono stati soccorsi dopo circa tre ore da un’altra squadra. I componenti dell’equipaggio seppur provati hanno comunque deciso di proseguire l’opera di soccorso in favore dei cittadini.

 

Nel siracusano straripa il torrente Lentini mentre i comuni di Ferla, Buccheri e Cassaro chiedono lo stato di calamità a causa degli allagamenti. Un’auto è stata travolta nel Lentinese, sulla strada Ragusana parallela alla SS194. A Siracusa a seguito di esondazione del Fiume Anapo avvenuta nelle prime ore del mattino sono state chiusi al transito i seguenti tratti stradali: strada denominata Taverna-Belfronte e la strada denominata Case Bianche.

Al momento comunque, malgrado la paura, non si registrano feriti o dispersi.

Squadre dei vigili del fuoco sono giunte anche da Palermo, mentre starebbe arrivando personale dalla Campania. In azione anche gli elicotteri di Vigili del Fuoco e Marina Militare.

AnasStrade ha disposto la chiusura temporanea di diverse strade, come un tratto della SS417, Catania-Gela, in territorio di Mineo, la statale 385 di Palagonia, e la SS280, Catania-Enna. Al lavoro anche il personale RFI (Rete Ferroviaria Italiana) a causa di ingenti danni alla sede ferroviaria con interi tratti letteralmente divelti da acqua e frane.

La circolazione ferroviaria è stata sospesa dalle 9.45 sulla linea Catania-Siracusa per l’allagamento dei binari fra Lentini e Agnone, attivato un servizio sostitutivo con bus fra le stazioni di Catania e Augusta.

IN AGGIORNAMENTO

Parzialmente isolato il comune di Agira nell’ennese.

Diverse persone che si sono rifugiate sui tetti nel siracusano sono state salvate con l’utilizzo di elicotteri.

Nel siracusano esondato anche il fiume San Leonardo.

Disagi anche per il traffico aereo all’aeroporto Fontanarossa di Catania, dirottati già cinque voli verso Punta Raisi.

 

 

Potresti voler leggere anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.