Caldo, vento e fiamme. Una giornata da dimenticare in Sicilia

Un giorno terribile per la Sicilia. Dalla notte scorsa fortissimi venti hanno sferzato l’isola, creando non pochi disagi e danni dalla Sicilia orientale a quella occidentale. Al termine di questa giornata con temperature canicolari le fiamme stanno distruggendo ettari di boschi e macchia mediterranea. Vasti e imponenti incendi a Partanna Mondello come alla Timpa di Acireale con la Strada Statale 114 chiusa a tratti per le alte fiamme.
Evacuate a Partanna Mondello diverse villette lambite dalle fiamme. Due persone inoltre sono state soccorse dal 118 per intossicazione da fumo.

Altro vasto incendio in circonvallazione a Palermo già domato dai Vigili del Fuoco. Ingenti i danni ad Altavilla Milicia e Casteldaccia dove sono dovuti intervenire i Canadair.

I Canadair stanno coadiuvando anche il lavoro dei Vigili del Fuoco nella riserva naturale della Timpa di Acireale dove dopo le 13 si sono sviluppati diversi focolai che a causa delle condizioni meteo si sono sviluppate rapidamente. Uno di questi incendi ha lambito la zona intorno l’hotel Aloha.

Non meno importanti i danni causati dalle violente raffiche di vento, l’autostrada Catania Messina è rimasta interrotta per parecchie ore nella mattinata per la caduta di diversi alberi, uno fra questi ha centrato il cassone di un camion spaccandolo letteralmente in due.

Una tromba d’aria ha colpito la zona di Villalba, vicino Caltanissetta, provocando anche qui la caduta di diversi alberi e danni a diverse cose.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.