Presentata una mozione contro la paventata chiusura del PTE di Francavilla di Sicilia

di Nello Cristaudo

 

Una mozione – atto d’indirizzo  che impegni il sindaco e la giunta comunale contro la soppressione del P.T.E. (presidio territoriale d’emergenza) di Francavilla di Sicilia nonché del relativo ambulatorio è stata presentata dal gruppo consiliare di maggioranza “La Svolta” ed inserita per il prossimo Consiglio comunale del 31 luglio 2017.

Primo firmatario dell’importante documento il consigliere Gianfranco D’Aprile che ci ha fornito gli estremi dell’atto spiegandoci le motivazioni che lo hanno spinto a sottoscriverlo. “Da notizie apprese da fonti mediche – ci dice D’Aprile- ho saputo che ad ottobre dovrebbe chiudere il prezioso servizio offerto alla nostra popolazione dai medici del PTE di Francavilla, cui spesso ci rivolgiamo per primi interventi, per poi decidere con il loro supporto, se recarci in ospedale o meno”.  Ovviamente il PTE di Francavilla riveste una importanza fondamentale soprattutto per  gli interventi di primo intervento senza andare a finire al pronto soccorso del San Vincenzo di Taormina, decongestionando il servizio di emergenza dell’ospedale.  Inoltre, la competenza medica dei sanitari che  vi operano, ormai è riconosciuta da molti cittadini che sempre più spesso usufruiscono delle cure mediche dei dottori  che vi esercitano. Come molte volte ad avvalersi delle prestazioni mediche, sono anche i turisti che si trovano a visitare le gurne dell’Alcantara o le famose Gole che hanno la necessità di un primo soccorso  e vengono così portati alla postazione del PTE francavillese.

Di seguito riportiamo per intero la mozione, che riteniamo sia di estrema importanza per l’intera cittadina.


Premesso:

  • Che i Presidi territoriali di emergenza (P.T.E.) rappresentano il livello minimo di operatività in cui si articola la risposta all’urgenza/emergenza sanitaria presso i quali è possibile effettuare interventi di primo soccorso, di stabilizzazione del paziente in fase critica e, ove necessario, di attivazione del trasporto presso l’ospedale più idoneo; 
  • Che l’Assessorato regionale alla Salute, con Decreto 8 gennaio 2001 ha emanato le linee guida che disciplinano l’organizzazione funzionale dei presidi territoriali di emergenza e della rete dell’emergenza-urgenza;
  •  Che a Francavilla di Sicilia opera dal 12 giugno 2000 il P.T.E. (Presidio Territoriale d’Emergenza) con annesso ambulatorio che garantisce il territorio della Valle Alcantara per le prime emergenze sanitarie di pronto intervento;
  • Che in detta struttura si effettuano interventi ambulatoriali di primo soccorso in numero superiore a 1250 ad anno e che nel periodo estivo, con la chiusura della Guardia Medica estiva allocata alle Gole dell’Alcantara, il P.T.E. di Francavilla assorbe l’utenza derivante dal flusso turistico di quel rinomato sito decongestionando di fatto il Pronto Soccorso dell’Ospedale San Vincenzo di Taormina;
  • Che l’ambulatorio del P.T.E. di Francavilla di Sicilia comprende tutta l’utenza della Valle Alcantara e dei comuni e delle frazioni della limitrofa Provincia di Catania che sono sprovvisti di tale struttura;
  • Che il potenziamento delle strutture sanitarie nel territorio significa, innanzitutto, venire incontro alle esigenze dei cittadini allocati in un territorio morfologicamente complesso e articolato e vuol dire, altresì, risparmio in termini economici per la sanità, perché tramite esse, infatti, si filtrano le necessità sanitarie dei cittadini e fungono da collegamento con gli ospedali;
  • Che le procedure per l’accesso dell’utenza ai servizi territoriali vengono, di fatto, semplificati maggiormente con eliminazioni di liste d’attesa ed iter burocratici non conferenti rispetto all’esigenza di garantire efficacia ed efficienza alle prestazioni;
  • Che la coincidenza della sede del PTE con quella della G.M. fa sì che nelle ore notturne siano presenti almeno due medici nella struttura: uno per la continuità terapeutica (G.M.) e uno per le urgenze emergenze sul territorio (PTE), posto che nelle ore diurne dei giorni feriali la continuità terapeutica è assicurata dal medico di base;
  • Che i medici dei PTE hanno la funzione di effettuare interventi di primo soccorso che possono essere esaustivi o seguiti dall’avvio a strutture sanitarie in grado di effettuare interventi più complessi in base alla valutazione del sanitario  a seconda della gravità che il caso clinico presenta.

Considerato:

  • Che le prestazioni fornite dal P.T.E. di Francavilla riducono il tasso di ospedalizzazione entro i parametri stabiliti dal Patto per la Salute;
  • Che il consolidamento e rafforzamento dei medici già operanti nella struttura sanitaria francavillese mediante l’ausilio ed il supporto di attrezzature e ausili medico strumentali, sarebbe da auspicare al fine di garantire sempre più l’utenza ed il bacino di riferimento;
  • Che la soppressione del P.T.E di Francavilla di Sicilia non comporterebbe alcun beneficio economico all’A.S.P. di Messina, in quanto i turni e le ore ivi praticati dai medici saranno effettuati in altri P.T.E. dell’Azienda;
  • Che anziché chiudere il presidio ambulatoriale territoriale d’emergenza di Francavilla di Sicilia, sarebbe opportuno potenziarlo in maniera istituzionale con la creazione di un “medical service” dove poter effettuare medicazioni, flebo e piccoli interventi chirurgici e con l’avvio di un punto prelievi e effettuazioni di prestazioni radiodiagnostiche che permetta così di snellire i tempi di attesa dell’ospedale di riferimento

Per quanto sopra premesso e considerato  il

C O N S I G L I O   C O M U N A L E

IMPEGNA il SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE

  • A informare il Direttore Generale – Commissario Straordinario dell’A.S.P. di Messina, il Prefetto di Messina  e l’Assessore Regionale alla Salute della ferma volontà del Civico Consesso alla non chiusura dell’ambulatorio d’emergenza del P.T.E di Francavilla di Sicilia;

 

  • A richiedere un incontro urgente con i vertici sopra descritti con una delegazione congiunta tra Consiglio Comunale e Giunta Municipale al fine di scongiurare la chiusura del P.T.E di Francavilla di Sicilia;

 

  • A porre in essere ogni altra azione ed iniziativa tendente a dimostrare la validità dell’ambulatorio territoriale d’emergenza di Francavilla di Sicilia:

 

  • A coinvolgere in quest’azione di protesta i Sindaci e i Consigli Comunali della Valle Alcantara ed i Presidenti delle due Unioni dei Comuni in essa operanti.

Da quanto ci è dato sapere il PTE di Francavilla sarebbe chiuso a partire dal 1 ottobre prossimo,  ed il personale che ivi vi lavora, sarebbe spostato nella frazione Trappitello – Taormina  che è allocata a pochi chilometri dall’ospedale taorminese. Quale sia la logica che sovraintende queste scelte, calate dall’alto senza tenere in considerazione le caratteristiche morfologiche di un vasto territorio come la Valle Alcantara, non ci è dato sapere. Sappiamo però che  sempre spesso questa zona è penalizzata da miopie “politiche” praticate da politici che dimostrano solo di disconoscere il territorio loro affidato che invece gestiscono come degli “orbi” senza rendersene conto, asservendolo solo  a logiche di mero potere. Ci auguriamo che la mozione venga votata all’unanimità dall’intero Civico Consesso per l’importanza che ricopre come atto d’indirizzo a favore e tutela di tutta la popolazione francavillese e dei limitrofi paesi.

Un pensiero riguardo “Presentata una mozione contro la paventata chiusura del PTE di Francavilla di Sicilia

  • 25 luglio 2017 in 12:34
    Permalink

    Finalmente l’organo propositivo del Consiglio Comunale è vivo a Francavilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest