Sebastiano Gurrieri, sindaco di Chiaramonte Gulfi, coordinatore Città dell’Olio della Sicilia

di Nello Cristaudo

 

È Sebastiano Gurrieri, 69 anni ex deputato regionale ed attuale sindaco di Chiaramonte Gulfi il neo coordinatore regionale delle Città dell’Olio della Sicilia. A designarlo alla prestigiosa carica è stata l’assemblea dei soci siciliani che, riunitasi nei giorni scorsi presso la Camera di Commercio di Catania  alla presenza del presidente nazionale dell’Associazione Città dell’Olio Enrico Lupi e del direttore Antonio Balenzano, lo hanno eletto presidente  dell’associazione in Sicilia. Suo vice coordinatore vicario, è stato chiamato il neo sindaco di Francavilla di Sicilia Vincenzo Pulizzi. Inoltre è stato indicato per il ruolo di  consigliere nazionale presso l’assise nazionale,  l’assessore del comune di Partanna Angelo Bulgarello.

Sono dieci i comuni  in Sicilia che fanno parte dell’associazione: Castelvetrano, Castiglione di Sicilia, Chiaramonte Gulfi, Caronia, Ficarra, Francavilla di Sicilia,  Partanna, Sant’Angelo Brolo, Castronuovo, Partinico.   Vi sono associate pure le Camere di Commercio di Catania e Ragusa

Dichiarazione del neo coordinatore regionale delle Città dell’Olio della Sicilia, Sebastiano Gurrieri

Sono lusingato per l’incarico ricevuto dai colleghi delle Città dell’Olio della mia regione – ha dichiarato Sebastiano Gurrieriè un riconoscimento importante che sento di condividere con tutte le altre Città dell’Olio siciliane perché arriva al termine di un percorso comune che ci ha visto impegnati in azioni sinergiche per la valorizzazione del nostro patrimonio olivicolo. Siamo pronti a continuare su questa strada dando il nostro contributo alle attività dell’Associazione nazionale che ha dimostrato di essere un punto di riferimento per l’olivicoltura italiana per capacità organizzativa e impegno nei territori e di saper dare forte impulso alla diffusione della cultura dell’extravergine ma anche del paesaggio”.

Dichiarazione del vice coordinatore regionale delle Città dell’Olio della Sicilia, Vincenzo Pulizzi

Il nuovo incarico a cui mi hanno chiamato i colleghi – ha asserito Vincenzo Pulizzi –  mi riempie di gioia, ma nel contempo, mi spinge a dare il massimo contributo, in qualità di sindaco, all’Associazione per promuoverne  le finalità statutarie ma soprattutto l’immagine di Francavilla come città di lunga tradizione olivicola, con una produzione dalle caratteristiche particolari e non riscontrabili in altre zone.  Inoltre, il prestigioso compito, mi darà l’opportunità di valorizzare e far conoscere ancor di più le bellezze paesaggistiche, storiche e culturali della nostra città. Spero che Francavilla possa esprimere le origini di qualità  del proprio olio ed essere luogo dell’ospitalità con consolidate tradizioni legate alla memoria storica del proprio territorio”.

 


COS’È L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CITTÀ DELL’OLIO

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio ha sede a Villa Parigini nel Comune di Monteriggioni (Siena).

Fondata a Larino (Campobasso) nel dicembre 1994, riunisce i Comuni, le Provincie, le Camere di commercio, i GAL (Gruppi di Azione Locale) – ai sensi della normativa europea – e i Parchi, siti in territori nei quali si producono oli che documentino adeguata tradizione olivicola connessa a valori di carattere ambientale, storico, culturale e/o rientranti in una Denominazione di Origine.

Nello specifico l’Associazione ha tra i suoi compiti principali quello di divulgare la cultura dell’olivo e dell’olio di oliva di qualità; tutelare e promuovere l’ambiente ed il paesaggio olivicolo; diffondere la storia dell’olivicoltura; garantire il consumatore attraverso la valorizzazione delle denominazioni di origine, l’organizzare eventi, l’attuazione di strategie di comunicazione e di marketing mirate alla conoscenza del grande patrimonio olivicolo italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest