Miliardi timidi e passivi

di Guido Di Stefano

 

Chissà cosa è successo nei recenti anni passati! Imprevedibili accadimenti? Carenze programmatiche? Insufficienze gestionali? Reiterate distrazioni?  Presi singolarmente,  variamente combinati o tutti insieme appassionatamente uniti?

Non sappiamo. E’ certo che abbiamo citato in qualche puntata precedente di questo (in)fausto anno 2017  “spunti” di decretazione volta al “ripescaggio” di residui passivi, che timidamente stavano assopiti “tra le pieghe del bilancio regionale”. Tutto qui? No! Altri decreti venuti alla ribalta dal tre al sette di questo “turbolento” mese di aprile presentano al pubblico altri miliardi timidi e passivi, provenienti da un passato non troppo passato.

Per la precisione si tratta : A) il DDG 547 del 05.04.2017  per il “riaccertamento ordinario parziale dei residui passivi di natura fondi 1 –“ e relativo allegato “A” di sole 328 pagine; B) il DD n. 552 del 06.04.2017 per la “conservazione residui passivi 2016” e il suo allegato “A” di appena 386 pagine. Più pieghe di così!

Attingiamo ovviamente dal sito istituzionale del “Dipartimento Bilancio e tesoro – Ragioneria generale della Regione”.  Veniamo agli stralci più “significativi” (?!).

  1. A) – Recita tra l’altro il DDG 547. “ …. CONSIDERATO che, dalle scritture contabili i residui passivi al 31 dicembre 2016 da sottoporre al riaccertamento ordinario per l’esercizio 2016, al netto dei capitoli di spesa ricompresi nel perimetro sanitario da escludere dal riaccertamento ordinario ai sensi del su citato art. 3, comma 4, del d.Lgs. 118/2011 e s.m.i, ammontano complessivamente ad euro 2.025.940.544,01;

RITENUTO di dover procedere al riaccertamento parziale, ai sensi del su citato punto 9.1 dell’allegato n. 4/2 alD.Lgs. 23 giugno 2011, n.118, e s.m.i., dei residui passivi relativi ai fondi regionali (natura fondi 1), che ammontano ad euro 709.527.129,45 come si evince dalla colonna A del prospetto (Allegato “A”) che

costituisce parte integrante del presente provvedimento;

CONSIDERATO che, i dati inseriti al Sistema informativo dalle Ragionerie centrali sulla base delle schede pervenute dagli uffici regionali, riportati nel suddetto Allegato “A”, hanno prodotto il seguente esito:

i residui passivi da mantenere ammontano complessivamente ad euro 401.420.630,80 (colonna B);

i residui passivi da eliminare definitivamente ammontano complessivamente ad euro 15.582.444,09

(colonna C);

i residui passivi da reimputare agli esercizi 2017 e seguenti ammontano complessivamente ad euro

292.524.054,56 (colonna D);

RITENUTO, per quanto in premessa specificato, di apportare al Bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio finanziario 2016 le variazioni necessarie all’accantonamento ai Fondi pluriennali vincolati dei singoli capitoli di spesa di cui all’allegato elenco, delle somme da reimputare agli esercizi 2017 e seguenti;

… omissis …

D E C R E T A

Art. 1

Nel bilancio finanziario della Regione Siciliana per l’esercizio 2016 sono apportate le variazioni agli

stanziamenti dei singoli capitoli di spesa, per le somme derivanti dal disimpegno dei residui da reimputare agli esercizi 2017 e seguenti – di cui alla colonna D dell’allegato prospetto – Allegato “A” – incrementando, di pari importo, il fondo pluriennale vincolato di spesa, al fine di consentire, nell’entrata degli esercizi successivi, l’iscrizione del fondo pluriennale vincolato a copertura delle spese reimputate.

Art. 2

Al Fondo pluriennale vincolato di parte corrente ed al Fondo pluriennale vincolato parte in conto capitale

iscritti nell’entrata del bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio 2017 sono apportate le variazioni di cui alla colonna D, totale parte corrente e parte in conto capitale, dell’allegato prospetto – Allegato “A”.

Alle missioni ed ai programmi di spesa del bilancio finanziario della Regione Siciliana per l’esercizio

2017 sono introdotte le variazioni di competenza di cui alla colonna E dell’allegato prospetto – Allegato “A” quale quota spendibile nell’anno ed è accantonata al Fondo pluriennale vincolato la sommatoria degli importi inseriti nelle colonne F, G ed H. Le somme spendibili nell’anno sono impegnate sui capitoli indicati nella colonna  “Capitoli di destinazione” con il codice finanziario indicato nella colonna “Codice PdC”.

Art. 3

Al Fondo pluriennale vincolato di parte corrente ed al Fondo pluriennale vincolato parte in conto capitale

iscritti nell’entrata del bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio 2018 sono apportate le variazioni

corrispondenti alla sommatoria degli importi inseriti nelle colonne F, G ed H, totale parte corrente e parte in conto capitale, dell’allegato prospetto – Allegato “A”.

Alle missioni ed ai programmi di spesa del bilancio finanziario della Regione Siciliana per l’esercizio

2018 sono introdotte le variazioni di competenza di cui alla colonna F dell’allegato prospetto – Allegato “A” quale quota spendibile nell’anno e sono accantonati al Fondo pluriennale vincolato gli importi inseriti nelle colonne G ed H. Le somme spendibili nell’anno sono impegnate sui capitoli indicati nella colonna “Capitoli di destinazione” con il codice finanziario indicato nella colonna “Codice PdC”.

Art. 4

Al Fondo pluriennale vincolato di parte corrente ed al Fondo pluriennale vincolato parte in conto capitale

iscritti nell’entrata del bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio 2019 sono apportate le variazioni di cui alle colonne G ed H, totale parte corrente e parte in conto capitale, dell’allegato prospetto – Allegato “A”.

Alle missioni ed ai programmi di spesa del bilancio finanziario della Regione Siciliana per l’esercizio

2019 sono introdotte le variazioni di competenza di cui alla colonna H dell’allegato prospetto – Allegato “A”

quale Fondo pluriennale vincolato.

… omissis …

     Sintetizziamo  l’allegato A di pertinenza (328 pagine) con la successione dei totali delle singole colonne (A – B – C – ecc.), in Euro ovviamente: 709.527.129,45 –    401.420.630,80 –    15.582.444,09 –    292.524.054,56 –     287.421.654,97 –  151.470,90 – 4.950.928,69

B) – Recita tra l’altro il DD n. 552. “… VISTO il DDG n. 547 del 5 aprile 2017 con il quale si è proceduto al riaccertamento parziale, ai sensi del punto 9.1 dell’allegato n. 4/2 al D.Lgs. 23 giugno 2011, n.118, e s.m.i., dei residui passivi derivanti da impegni assunti nel 2016 sui capitoli relativi ai fondi regionali (natura fondi 1),che ammontano complessivamente ad euro 709.527.129,45, come si evince dalla colonna A del prospetto (Allegato “A”) che costituisce parte integrante del medesimo provvedimento, di cui da mantenere a residui euro 401.420.630,80, indicati nella colonna B dello stesso allegato, e che costituiscono quota parte del totale delle somme da conservare a residui riferibili ad impegni assunti nell’esercizio 2016 sui capitoli del bilancio regionale non ricompresi nel perimetro sanitario, oggetto del presente decreto; … omissis …

DECRETA – art. 1 – Le somme rimaste da pagare, riportate nel prospetto riepilogativo delle schede prodotte dalle amministrazioni regionali di cui all’allegato “A”, parte integrante del presente decreto, mantenute nella gestione dei residui dell’esercizio 2017 ammontano complessivamente ad euro 2.988.738.998,77 come di seguito specificati:

euro 2.509.964,60 riferibili ad impegni assunti nell’esercizio 2013, di cui euro 666.776,18 da impegni assunti sui capitoli ricompresi nel perimetro sanitario ed euro 1.843.188,42 da impegni assunti su tutti gli altri capitoli del bilancio regionale;

euro 507.455.882,29 riferibili ad impegni assunti nell’esercizio 2014, di cui euro 493.790.513,30 da impegni assunti sui capitoli ricompresi nel perimetro sanitario ed euro 13.665.368,99 da impegni assunti su tutti gli altri capitoli del bilancio regionale;

euro 576.204.442,69 riferibili ad impegni assunti nell’esercizio 2015 di cui euro 461.241.748,97 da impegni assunti sui capitoli ricompresi nel perimetro sanitario ed euro 114.962.693,72 da impegni assunti su tutti gli altri capitoli del bilancio regionale;

euro 1.902.568.709,19 riferibili ad impegni assunti nell’esercizio 2016 di cui euro 1.133.627.691,51 da impegni assunti sui capitoli ricompresi nel perimetro sanitario ed euro 768.941.017,68 da impegni assunti su tutti gli altri capitoli del bilancio regionale; … omissis …

Anche qui sintetizziamo l’Allegato A di pertinenza (386 pagine)  affiancando, senza commenti,   le ultime quattro cifre in esso riportate: Euro 114.091.446,26 –  768.941.017,68 –  1.902.567.709,19 (somma 2016)) – 2.988.738.998,77.

 

Numeri, sempre numeri, mai aridi perché probabilmente, bene e tempestivamente spesi,  potevano essere speranza e vita per qualche essere “vivente” .

 

Poi troviamo il Decreto n. 543 e il Decreto n. 545 dedicati alla sospensione di due “corpose gare” e il Decreto n. 557 dedicato  a una aggiudicazione ancora più corposa (oltre mezzo milione): in essi, come ormai consolidata consuetudine, manca il riferimento alla L.R. n. 10/91, quasi fosse stata già “derubricata” o, peggio, come se lo Statuto Speciale fosse in liquidazione spezzettata.

 

Le altre variazioni pubblicate nella settimana (3-7 aprile) non “pesano”.

     Sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, Parte I, n. 14 del 07.04.2017 ha destato il nostro interesse un decreto  per la nomina di appena 21 membri, aumentabili, di cui  stralciamo un passaggio:

Assessorato della salute

DECRETO 7 novembre 2016.

Nomina del Comitato consultivo regionale per la promozione della salute

… omissis …

Art. 1

… omissis …

Detto Comitato potrà essere integrato da ulteriori  figure professionali, in funzione di eventuali esigenze.

Il coordinamento e il supporto tecnico al Comitato sarà garantito dal servizio 5 “Promozione della salute, prevenzione malattie professionali e degli infortuni sul lavoro”.

Il Comitato promozione della salute potrà essere di volta in volta integrato da altri componenti, anche in rappresentanza di enti e/o associazioni, in funzione di specifiche esigenze ai fini di un corretto svolgimento delle attività istituzionali.

Art. 2

… omissis …

    Ad maiora???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest